• Ai compagni fedeli alla linea ci servono ancora i vostri soldi... per il rinnovo del server. Grazie dell'obolo

  • Famo partì sto fantacalcio. E' tempo di rosicare
  • E' resuscitato il vecchio gdr Cyberpunk, controlla nell'Antro dei Nerd, barbone.

GDR Borussia Bildungsroman - Centro Sportivo "Giovane Werther"

Mikhail Mengsk

MSPAINT OVERTYRANT
Membro dello Staff
"Mister, si dimetterà in caso di mancata conquista della Supercoppa?"

"Alla luce dei soldi addizionali spesi in estate c'è chi dice che Al-Ghani potrebbe licenziarla a Gennaio. Conferma o smentisce?"

 

Decius

Fullscreen
Membro dello Staff
Fantacalciaro
Mister , potrebbe spiegarci la scelta di questa formazione ? Come mai non ha puntato su un collaudato 352 compatto ?

Mister, che io ricordi ha provato la coppia Dessen - Gallagher alla prima giornata ottenendo un pareggio contro il Marciano , ed oggi , rimendiando una sconfitta...ci si puo lavorare sopra o crede che i due non siano adatti per giocare insieme un certo tipo di calcio ?

Partirà uno dei due ?
 

Rebaf

Get a life
Fantacalciaro
"Mister, si dimetterà in caso di mancata conquista della Supercoppa?"

"Alla luce dei soldi addizionali spesi in estate c'è chi dice che Al-Ghani potrebbe licenziarla a Gennaio. Conferma o smentisce?"

"Un capitano non abbandona mai la nave che affonda a meno che..."

".... chi sta sopra di lui non decida che non abbia più le competenze per gestire un equipaggio. Dovreste chiederlo a lui, io andrò avanti finchè potrò ma se il principe ritiene che non debba più guidare questa squadra mi farò da parte, come è giusto che sia."

Mister , potrebbe spiegarci la scelta di questa formazione ? Come mai non ha puntato su un collaudato 352 compatto ?

Mister, che io ricordi ha provato la coppia Dessen - Gallagher alla prima giornata ottenendo un pareggio contro il Marciano , ed oggi , rimendiando una sconfitta...ci si puo lavorare sopra o crede che i due non siano adatti per giocare insieme un certo tipo di calcio ?

Partirà uno dei due ?

"Volevo provare a fare qualcosa di inaspettato, ma anch'io non mi aspettavo le scelte di Ferrari. Tra due scelte inaspettate ha vinto la sua, bravo lui."

"Alla prima giornata non erano ancora amalgamati, ho voluto riprovarla qui ma non ha funzionato. Anche se credo sia più per colpa del centrocampo che loro, Gallagher nel primo tempo comunque aveva segnato."

"Non credo proprio."
 

Decius

Fullscreen
Membro dello Staff
Fantacalciaro
Mister , crede che questa squadra ha bisogno di qualche cambiamento in rosa sia in entrata che in uscita ?
 

Rebaf

Get a life
Fantacalciaro
"Direi di no, la rosa è al completo e non vedo grossi vantaggi nel cambiare qualcosa. Il problema non sta nella rosa ma quanto negli schemi e in quello che proviamo in allenamento, se le cose non funzionano più dobbiamo al più presto cambiare rotta o rassegnarci a fare un campionato di seconda fascia. Ed è qui che i giocatori devono dimostrarmi qualcosa, io ci provo ogni domenica, loro devono provare a dare il 200 per cento, vedremo di farlo già dalla partita di Supercoppa."
 

Rebaf

Get a life
Fantacalciaro
Settimana intensa al centro sportivo Giovane Werther, mentre le squadre di tutta la SFL si stanno godendo la meritata pausa, per mister Lukàcsz e i suoi ragazzi non c'è tregua data l'importantissima partita di Supercoppa da preparare. Durante la settimana il regime d'allenamento è stato particolare, meno spazio all'allenamento fisico. A inizio settimana Ii mister ha diviso la rosa in due squadre. Durante le mattinate le due rose si sono allenate una per giocare una con una formazione pensata per contrastare l'attacco dello Sporting deputato alle individualità, mentre l'altra a difendere e giocare contro una formazione avversaria che vedeva un trequartista e le due punte di movimento. A metà settimana le due squadre si sono invertiti i compiti e quindi hanno giocato l'una contro l'altra nella partitella del venerdì. Nei pomeriggi Lukàcsz, ricomposta l'unità della squadra, è ricorso molto spesso alla "gabbia" per affinare tecnica inviduale, velocità e resistenza in partitelle di sessanta minuti senza pause. Tutti i giocatori a turno si sono affrontati in alcuni 3vs3 arbitrati da Lukàcsz stesso che non ha lesinato consigli e critiche su qualsiasi aspetto delle performance in allenamento dei suoi calciatori.

"Ho scelto la gabbia," ha detto Lukàcsz ai suoi ragazzi, "proprio per allenarci nell'individualità e nei movimenti stretti. Con qualsiasi attacco lo Sporting giochi le nostre possibilità di vittoria passano dal fermare le loro individualità. Cerchiamo di imparare a ragionare velocemente e con profitto nello spazio stretto: che sia Saoj o Arkhan, Darebo o Murray, per ciascuno di voi l'importante è capirne i movimenti, saperli riprodurre e anticipare. Per questo dopo aver studiato a lungo i video delle loro partite, nella gabbia proveremo a simulare alcune situazioni che voi dovrete efficacemente neutralizzare."

Il venerdì, dopo la partitella, ha raccolto tutti i giocatori nella sala conferenze del centro sportivo e ha tenuto un lungo discorso prima di partire per la sede della Supercoppa.

"E' sotto gli occhi di tutti come la nostra stagione non sia esaltante, i giornalisti ci remano contro, abbiamo il fiato sul collo da parte di una dirigenza che vuole vincere tutto e subito e i tifosi che cominciano già a rumoreggiare. Insieme abbiamo fatto grandi cose, conquistato tutti i titoli possibili e immaginabili, mostrando al mondo intero la qualità della nostra rosa. Arriviamo a questa supercoppa mentalmente scarichi, tristi per come abbiamo già quasi abbandonato la lotta per lo scudetto, ma ci arriviamo anche con due grandi consapevolezze: la coppa è ancora decisamente alla nostra portata, e sono sicuro che ciascuno di voi non aspetta altro che poter giocare una finale di Coppa magari contro i nostri rivali del Cerberus, ma soprattutto arriviamo ad una Supercoppa come detentori del trofeo e con la possibilità di togliere a quell'altezzoso di Del Colle e di tutta la cricca "nobile" la possibilità di raggiungerci. Se vinciam loro per quest'anno non potranno raggiungerci neanche se stravincessero il campionato. Io credo che questa sia la nostra motivazione e il nostro orizzonte, dobbiamo evitare che i nostri rivali alzino un trofeo e ci raggiungano. Questo è quello che dobbiamo ai nostri tifosi e a noi stessi."

Il discorso continua con vari argomenti, interventi dell'allenatore in seconda, dei preparatori, dello psicologo e di tutta un'altra serie di professionisti che lavorano a stretto contatto con la rosa. Lukàcsz poi continua.

"Come vi ho sempre detto quando le cose vanno male la colpa non è quasi mai dei giocatori, a meno che questi non facciano deliberatamente qualcosa di diverso da quello preparato con il proprio allenatore o visibilmente non si impegnino. Ma io non posso imputarvi di nessuna di queste due cose, ci avete sempre messo il massimo dell'impegno e avete sempre fatto quello che vi ho chiesto. Quest'anno le cose sono andate così, ho preso delle scelte sbagliate e me ne assumo le responsabilità. Per questa partita le cose sono diverse, non ho nessuna intenzione di sbagliare e se chiedo a voi la massima concentrazione è perchè nell'ultima settimana ho dormito 2 ore a notte, occupando le ore a casa per studiare e ristudiare le possibili varianti tattiche da attuare contro lo Sporting."

Lukàcsz osserva intensamente uno ad uno i suoi ragazzi.

"Vogliamo confermarci ancora una volta come i più forti nello scontro diretto o vogliamo lasciar perdere e poi sorbirci Del Colle gongolare in conferenza stampa mentre sorride falsamente a cani e porci?"
 

Rebaf

Get a life
Fantacalciaro
Al triplice fischio finale Lukàcsz abbandona il suo classico aplomb per esultare visibilmente agitando il pugno in aria e saltando dalla gioia. Ricompostosi tende la mano ai giocatori in panchina, fa lo stesso con Del Colle e poi entra in campo dove abbraccia ciascuno degli undici titolari e riserva un saluto particolare anche a Bordino, giocatore che conosce bene avendolo allenato per una stagione intera. Terminata la cerimonia di premiazione, l'allenatore ungherese si dirige verso la zona interviste dove, comprensibilmente, oggi si intrattiene ben più volentieri rispetto alla terribile trasferta contro il Cerberus che ha condannato Lukàcsz ad una sconfitta.

"Oggi siamo stati perfetti, i ragazzi hanno interpretato benissimo la partita e il mio calcio. Di questo dobbiamo essere fieri, si può vincere o perdere ma l'importante è portare avanti la propria idea con tenacia e convinzione dei propri mezzi. Dopo il pareggio non ci siamo arresi e abbiamo continuato a fare il nostro gioco, con pazienza e determinazione e il gol del vantaggio era solo il corollario più giusto di una partita che abbiamo affrontato tatticamente in modo perfetto. Oggi il nucleo di questo gruppo si è portato a casa quattro trofei in tre stagioni, dimostrando ancora una volta che il Borussia non è una squadra appagata e anche quest'anno continuerà a lottare fino in fondo, c'è un intero girone di ritorno e una coppa da onorare e non ci tireremo indietro di fronte a nessuna sfida."

"Sì, ho sentito che molti hanno parlato di 2-6-2, modulo spregiudicato o chè, ma la realtà dei fatti è che Prajak faceva il terzo centrale, l'ho voluto far giocare più arretrato ma con alcune libertà nel portarsi avanti e impostare il gioco. Una sorta di libero, con Roberti e Cremonese ad agire da stopper e a coprirlo nelle sue incursioni. In realtà giocavamo con un 3-5-2 piuttosto classico per le nostre caratteristiche con l'unica differenza del doppio trequartista. Credo sia un modulo che può funzionare in alcune occasioni."

"Quando ti giocano contro Arkhan e Darebo sai che un gol lo subisci per forza, l'importante era segnare e Zinedine quest'anno vede la porta come non mai. Ma un plauso anche a Musthaid, segnerà meno ma è sotto gli occhi di tutti la sua importanza tattica. Musthaid pressa i difensori avversari, torna in copertura, lega perfettamente il centrocampo all'attacco, quest'oggi coadiuvato anche dagli ottimi Sanchez e Von Leeb che hanno fatto benissimo tutto quello che gli avevo chiesto."

"Adesso i ragazzi devono godersi questa coppa, festeggiare e da domani pomeriggio già testa al prosequio del campionato. Siamo in ritardo di tanti punti ma abbiamo i numeri e la forza mentale per recuperare qualsiasi svantaggio."

Il mister rimane in attesa di ulteriore domande.
 
Ultima modifica:

Decius

Fullscreen
Membro dello Staff
Fantacalciaro
Mister complimenti! Questo 3-5-2 con Prajak centrale difensivo con compiti di pressing nella sua metà campo ha sorpreso tutti . Ha lavorato in maniera particolare in settimana o sono delle abilità che Prajak gia possiede ?

Mister , crede ancora nel campionato ? Ci di una percentuale secondo la sua esperienza .
 

Mikhail Mengsk

MSPAINT OVERTYRANT
Membro dello Staff
"Mister Lukàcsz questa vittoria può fare da sblocco per una squadra che spesso è apparsa sottotono rispetto alle sue potenzialità?"

"Cosa avrebbe fatto se avesse Del Colle avesse optato per Stojakovic alle spalle di due palleggiatori?"

"Ha avuto delle informazioni sicure sulla presenza di Darebo e Arkhan per poter rischiare un modulo così specializzato?"

"Mister, si aspettava più palloni recuperati a metà campo?"
 

Rebaf

Get a life
Fantacalciaro
Mister complimenti! Questo 3-5-2 con Prajak centrale difensivo con compiti di pressing nella sua metà campo ha sorpreso tutti . Ha lavorato in maniera particolare in settimana o sono delle abilità che Prajak gia possiede ?

Mister , crede ancora nel campionato ? Ci di una percentuale secondo la sua esperienza .

"In settimana abbiamo lavorato soprattutto sull'attacco dello Sporting e, sì, Prajak si è allenato per giocare con Roberti e Cremonese in una linea a tre. Zvone è un campione assoluto, le sue abilità di adattamento sono una cosa incredibile e lo ha dimostrato oggi dove è stato un vero e proprio muro."

"Ci credo. O meglio, ci crediamo tutti. Fino a quando non sarà la matematica a dirci che abbiamo fallito dobbiamo andare avanti a testa bassa."
 

Rebaf

Get a life
Fantacalciaro
"Mister Lukàcsz questa vittoria può fare da sblocco per una squadra che spesso è apparsa sottotono rispetto alle sue potenzialità?"

"Cosa avrebbe fatto se avesse Del Colle avesse optato per Stojakovic alle spalle di due palleggiatori?"

"Ha avuto delle informazioni sicure sulla presenza di Darebo e Arkhan per poter rischiare un modulo così specializzato?"

"Mister, si aspettava più palloni recuperati a metà campo?"

"Quest'anno siamo stati incostanti più che bloccati, dobbiamo lavorare su questo: LA continuità che abbiamo dimostrato la scorsa stagione e che ci ha fatto vincere con un bel distacco di punti. Spero che la vittoria serve a fare morale, a caricare i ragazzi e far loro capire che quando tutti facciamo la nostra parte il Borussia è la squadra più forte della SFL."

"Nulla di diverso, questa formazione doveva coprirci da ogni punto di vista: se avesse giocato con Stojakovic anche lo Sporting si sarebbe messo in campo diversamente rinunciando all'estro di Savejlinas per magari concentrarsi più su reti di passaggi e verticalizzazioni improvvise. A quel punto per noi sarebbe stato più facile ingabbiare il gioco a centrocampo date le nostre caratteristiche in mezzo al campo."

"No, come dicevo prima la formazione è stata scelta affinchè non mi trovassi nella condizione di dover cambiare tutto al fischio di inizio. Con Arkhan e Darebo avrei fatto affidamento sul mio terzetto difensivo, consapevole che i due attaccanti sarebbero stati serviti da lanci lunghi e cross. Del Colle voleva superare il mio prevedibile blocco a centrocampo, ma immaginavo che a quel punto sarebbe stato obbligato a giocare con il serbo e il camerunense. Così è stato, un azzardo forse ma ha ripagato."

"No, per niente, sapevo che Del Colle ci avrebbe superato, mi aspettavo i lanci lunghi e le individualità davanti. Ma in quel caso i miei due specialisti nel 1vs1 erano pronti a qualsiasi evenienza, in caso contrario sicuramente il nostro pressing avrebbe funzionato diversamente e a quel punto la nostra difesa sarebbe stata chiamata meno in causa."
 

Rebaf

Get a life
Fantacalciaro
Nel pomeriggio dei giorni che precedono la partita di campionato Lukàcsz che si ritrova impegnato nelle sue ormai celebri lezioni di calcio in cui mischia tattica, discorsi motivazionali e filosofia del calcio, ergo di vita.

"Abbiamo archiviato l'andata di coppa e ci troviamo in una buona posizione per raggiungere la finale che l'anno scorso ci è mancata. Sappiamo benissimo quanto sarà dura tornare in cima alla classifica in campionato ma non per questo dobbiamo abbandonare la voglia di vincere tutte le partite da qui a Giugno. Il tanto temuto Sporting quest'anno non ci ha battuto neanche una volta, anzi siamo ancora imbattuti contro Del Colle a dimostrazione che non siamo diventati i brocchi che qualche giornalista voleva farci credere fossimo diventati."

Lukàcsz fuma di gusto la sua sigaretta, la nebbia invade la stanza riunioni e voluttuosamente il fumo avvolge il poco ascoltato cartello "Vietato fumare", curioso che il responsabile del divieto presso la società sia proprio l'allenatore ungherese che non pare decisamente interessato nè a rispettare nè a far rispettare tale regola.

"La Virtute vuole vincere. Arrivano da un momento in cui si sono sgonfiati parecchio rispetto ad inizio stagione quando ci hanno condannati ad un brutto pareggio a reti inviolate, ma Cerretani è un motivatore, uno di quelli capaci di volgere una partita a suo favore anche solo grazie al lavoro psicologico che fa sui suoi ragazzi durante la settimana. Per sconfiggere una squadra che prevedibilmente sarà assetata del nostro sangue ci vogliono due cose: tranquillità e tanto lavoro atletico. Prima di tutto dobbiamo ritrovare la stessa serenità che abbiamo avuto nella partita contro la Legio e in quella contro il Marciano alla prima del ritorno. Una seraficità che viene dalla consapevolezza di dover esprimere il nostro gioco senza avere fretta nè paura di rimanere impantanati nelle trame del gioco avversario. Noi abbiamo la nostra identità e sappiamo benissimo che in questo tipo di gioco siamo i migliori al mondo, Cerretani tatticamente spesso ci copia e il suo gioco è molto simile a quello che esprimiamo. Questo ci deve lusingare ma deve anche farci essere consapevoli che dobbiamo dimostrare a lui e alla Virtute che se loro prendono ispirazione da noi un motivo c'è. L'originale non si batte, non sarà una fotocopia, seppur a colori, a farci cadere di nuovo in una situazione difficile in campionato. Per farlo dobbiamo entrare in campo sereni, siamo abbastanza forti per tenere saldamente in mano questa partita."

Lukàcsz scruta i volti dei suoi giocatori, attende qualche secondo per vedere se c'è qualche reazione e poi continua.

"Ma la serenità non è tutto, Cerretani è un motivatore, sì, ma anche un preparatore atletico molto bravo. Le sue squadre fisicamente stanno sempre bene, corrono più degli altri e questo, unito alle motivazioni, può fare la differenza e colmare i gap tecnici che ci possono essere. Per questa settimana voglio la massima attenzione alla preparazione atletica, dovete essere tutti in forma e arrivare carichi di energia. Ci concentreremo soprattutto su questo, dato che tatticamente non voglio grandissimi stravolgimenti rispetto al nostro solito modo di giocare, ma voglio vedervi sudare. Assieme a questo ho organizzato anche una serie di sedute rilassanti e defaticanti in modo che possiate arrivare comunque riposati alla sfida contro la Virtute."

Finita una sigaretta, Lukàcsz ne accende subito un'altra. Qualche giocatore storce la bocca, l'odore acre delle Gitanes senza filtro pare dare fastidio, Lukàcsz se ne accorge e dopo un paio di veloci boccate la spegne subito.

"Calma, serenità, nessuna pressione ma la tranquillità derivata dal sapere di dovere giocare a testa sgombra per cercare di imporre il nostro gioco. E poi velocità, forza, resistenza per dimostrare alla Virtute che noi siamo degli atleti di prim'ordine e che non faremo lo stesso errore dell'andata. Ora che anche i giornalisti paiono avereci dato un po' di tregua e hanno smesso di darci contro per partito preso, che ne dite di dimostrare a tutti che il Borussia è tornato per restare?"
 
Ultima modifica:

Mikhail Mengsk

MSPAINT OVERTYRANT
Membro dello Staff
[puoi intensificare gli allenamenti facendo alzare qualche giocatore schierato di Forma, ma stancherai molto i giocatori per la partita successiva. Scrivi nella mail se lo fai o meno]
 

Mikhail Mengsk

MSPAINT OVERTYRANT
Membro dello Staff
Numerosi giornalisti si affollano intorno a Lukàcsz.

"Campionato compromesso: ad agosto cercherà una nuova squadra?"

"Crede che puntare su Gallagher ad inizio stagione sia stato un errore?"

"Mister Lukàcsz si parla di Zamato per la panchina del Borussia della prossima stagione. Che ne pensa? Lei andrebbe al Verticale?"

"Le è già stata ufficializzato l'esonero a fine stagione?"
 

Rebaf

Get a life
Fantacalciaro
"Dovreste chiederlo alla società, non a me. Io ho un contratto, mi attengo a questo."

"Gallagher e Bombarda sono due giocatori molto simili, dalla forza in attacco del tutto analoga, è difficile spiegare perchè l'anno scorso Gigi è stato fondamentale e quest'anno Gallagher abbia faticato così tanto. Faremo le dovute valutazioni a fine anno, o io, o chi sarà qui al mio posto."

"Stimo Zamato, non potrei che essere felice se andasse in una grande squadra. Per quanto riguarda il mio futuro: no comment."

"Credo abbia davvero qualcosa di più pertinente da chiedermi, pensa che verrei a dirlo a voi sciacalli giornalisti? Deciderà la società, io credo che una stagione sfortunata, ma con ancora una coppa da giocare fino in fondo, non cancelli tutto quell oceh di buono è stato fatto. Ma non sono io a fare certe valutazioni, non sono io che pago gli stipendi. Ora, per cortesia, devo andare."

Sale sulla macchina dai vetri oscurati non degnando di nessun'altro sguardo i giornalisti che continuano ad affollare la berlina del Borussia che accompagna via Lukàcsz dallo stadio dei Falchi.
,
 
Ultima modifica:

Rebaf

Get a life
Fantacalciaro
I cupi visi dei giocatori al centro sportivo Giovane Werther sono ormai un must degli allenamenti di fine stagione, il clima teso, quel sapore da "ultimo capodanno dell'umanità" pervade tutto l'ambiente. Lukàcsz si aggira per il campo con la sua canonica sigaretta, mentre osserva il suo vice e i collaboratori tecnici impostare gli esercizi dell'ultimo allenamento prima della giornata finale del campionato. Tornati negli spogliatoi i giocatori parlano poco, l'allenatore ungherese cammina tra i giocatori che si stanno cambiando come se non sapesse come iniziare un discorso ora più che mai necessario.

"Pensate davvero che conti qualcosa la sconfitta contro Sciacca? Il campionato lo abbiamo perso quando nelle prime due giornate abbiamo deciso di lasciare punti importanti contro squadre decisamente alla nostra portata. E' andata così, dovete accettarlo, farvene una ragione, come uomini e come professionisti dobbiamo andare avanti perchè non è ancora finita. La prossima partita contro il Cerberus non conta niente, secondo o terzo posto, ve lo dico chiaramente: chi se ne frega. Se non si arriva primi, gli altri piazzamenti non fanno differenza. Lasciamo le briciole a chi si accontenta, il Borussia punta sempre al massimo. A volte ci riesce, altre no, siamo umani, troppo umani forse, ma di certo non sarà un terzo posto a non farci più credere nelle nostre qualità. Quindi guardiamo avanti e il futuro è la coppa.

Vorrei ricordarvi che quest'anno siamo stati imbattuti contro lo Sporting dei campioni, siamo stati la loro autentica bestia nera togliendogli la soddisfazione di portarsi a casa una Supercoppa che invece rimane in bacheca qui in Germania, ma soprattutto siamo arrivati ancora in finale di Coppa dopo il trionfo del primo anno. Chi era con me a quei tempi sa benissimo quanto ci tenga alle competizioni ad eliminazione diretta, sono quelle che forgiano sul serio la mentalità di un giocatore che punta a diventare un vero campione. Quindi rilassatevi per la prossima partita, probabilmente farò giocare chi ha giocato meno, se lo merita, ma solo se mi promettete che arriverete con un'altra testa alla finale. Il Marciani vorrà il vostro scalpo, tutto il mondo tiferà contro perchè l'outsider ha sempre la simpatia rispetto alla favorita.

Non sarà la prima volta che giochiamo odiati dal pubblico, non sarà la prima volta che una squadre vorrà dare il massimo per dimostrare di averci battuto, ma sapete cosa? Fottetevene, pensiamo al nostro gioco, a tutto quello che ci ha portato ad arrivare dove siamo arrivati. Tre anni fa quando sono arrivato il Borussia era una squadra dal passato glorioso ma dal peso specifico minimo, lo sceicco certo aveva dato una mano ma tutti sappiamo che i soldi non bastono per vincere. Sono arrivato, molti di voi sono arrivati con me, e abbiamo creato, tutti insieme, una squadra con una precisa identità. E abbiamo vinto, tanto, come nessun'altro ha vinto negli ultimi tre anni: 1 campionato, 2 supercoppe, 1 coppa. Parliamoci chiaro: la finale di coppa sarà la mia ultima partita, non c'è ancora l'ufficialità ma è lapalissiano che verrò allontanato. E anche se non fosse sento il bisogno di cambiare, credo il nostro ciclo stia finendo ma proprio per questo cerchiamo di finirlo in bellezza.

Rilassiamoci contro il Cerberus ma non accetterò nient'altro che la vittoria contro il Marciano, quest'anno i toscani ci hanno già fatto soffrire abbastanza facendoci perdere punti importanti, vediamo di prenderci una rivincita ma, soprattutto, di concludere degnamente tutto il percorso iniziato. Siete con me? Perchè se non lo siete è anche inutile stare qui a farla lunga, me lo dite e io rassegno immediatamente le dimissioni. Oppure vogliamo accomiatarci con una bella mangiata con in centro al tavolo l'ennesimo trofeo conquistato?"

@Mikhail Mengsk

In realtà sarebbe un discorso più per la coppa che per il Cerberus, comunque lo scrivo ora dato che si lega all'ultima di campionato. Fammi sapere che poi consegno.
 

Mikhail Mengsk

MSPAINT OVERTYRANT
Membro dello Staff
Tutti i "senatori" approvano il piano: spazio ai panchinari in Campionato e Sturm und Drang in Coppa.

[quindi morale Alto per la Coppa, Basso in campionato]
 

Rebaf

Get a life
Fantacalciaro
Dopo la finale di coppa Lukàcsz si presenta in conferenza stampa, l'ungherese ha celebrato la seconda vittoria in coppa con il Borussia in modo sobrio lasciando ai giocatori le feste più scatenate e il canonico giro di campo con la coppa. Per una volta l'allenatore è rimasto in disparte, mentre osservava i festeggiamenti pensieroso.

"Stagione fallimentare? Due trofei su tre li chiamiamo fallimento? Va bene, fate voi, ma per me e i ragazzi rimane un grande traguardo. E tutto va a braccetto con l'imbattibilità contro lo Sporting dei fenomeni in attacco che ancora non è mai riuscito a batterci. Se vogliamo far passare questa narrativa del fallimento, facciamolo pure, ma francamente credo che in casa Borussia ci sia più da festeggiare che da rammaricarci. Non siamo più negli anni '50 dove una squadra poteva dominare per anni il campionato, ora i livelli sono decisamente più elevati e le possibilità economiche delle squadra largamente aumentate grazie all'arrivo dei magnati che hanno affiancato le storiche proprietà."

"Esonero? Non credo." Lukàcsz si apre la giacca e tira fuori una busta chiusa. "Queste sono le mie dimissioni, scritte prima della finale di coppa. Una copia di questa busta è già nelle mani di Goethe che sta andando a consegnare le mie e le sue dimissioni alla dirigenza. Questa sarà spedita dopo questa conferenza direttamente al principe. Io e Goethe crediamo di aver fatto tutto quello che ci è stato chiesto: riportare il Borussia tra le grandi, dopo anni di fallimenti. In tre anni abbiamo vinto cinque trofei, portato in casa Bildungsroman grandissimi campioni e giovani molto promettenti che saranno in grado di garantire un futuro roseo a questa squadra. Un terzo posto in campionato non può cancellare tutto questo. In ogni caso il mio tempo qui era finito, il progetto triennale si è concluso e gli obbiettivi raggiunti. Per quanto mi dispiaccia, qui per me è come una seconda casa, ciascuno dei miei ragazzi è come un figlio, è arrivato il momento di andarsene."

"Dove andrò? Prima di tutto a riposarmi, poi ho già ricevuto alcune offerte. La panchina della nazionale tedesca? Possibile, non nego ma non posso neanche confermare questa voce."
 

Mikhail Mengsk

MSPAINT OVERTYRANT
Membro dello Staff
"Mister, cercherà di portarsi dietro qualche suo pupillo?"

"Mister Lukàcsz, quali squadre l'hanno contattata?"

"Podio a parte, che ne pensa dei risultati delle altre squadre?"

"Puntare su Gallagher è stato il grande errore che la Gazzetta ha evidenziato?"


"Se potesse scegliere liberamente, in che squadra vorrebbe andare?"
 
Alto