• Ai compagni fedeli alla linea ci servono ancora i vostri soldi... per il rinnovo del server. Grazie dell'obolo

  • Famo partì sto fantacalcio. E' tempo di rosicare
  • E' resuscitato il vecchio gdr Cyberpunk, controlla nell'Antro dei Nerd, barbone.

Diplomazia Terracotta di ieri e filo di domani

leafshield

Just a newbie
Rotella d'Ottone camminava spedito, il vento secco e il terreno brullo lo accompagnavano nel suo camminare al limitare del deserto mentre procedeva verso oriente.
Improvvisamente la sua attenzione fu attratta da un pezzo di coccio seminascosto nel suolo, si fermò e con cura maniacale l'anapsi dissotterrò e spazzolò quello che risultò essere un grosso coccio decorato, non aveva tempo per studiarlo e si limitò a imballarlo in una pezza piena di batuffoli di cotone e a porre l'oggetto sulla seconda sacca che portava sulla spalla, la prima era per i viveri.
Stava percorrendo quel tragitto per raggiungere la Tela Rossa, l'augure aveva chiesto se qualcuno fosse disposto a fungere da messaggero per contattare il vicino ribelle e lui si era offerto. Certo se Brezza di Valle non gli aveva spiegato che di quando in quando sul bordo del deserto affioravano vecchi artefatti che sembravano appartenere agli antichi anapsi forse non avrebbe accettato così rapidamente, ma d'altronde essere parte della corte di Titania gli impediva di muoversi come preferiva "Beh, sempre meglio di essere bloccato a sturare pompe dell'acqua perché un umano imbecille non è fisicamente in grado di non buttare roba nelle tubature..." sbuffò ripensando al passato da Imperiale dove un borioso nobile gli diceva cosa fare e pretendeva l'impossibile, sbuffò nuovamente per scacciare quei pensieri e continuò a viaggiare a un passo che solo qualcuno abituato a una vita di fatica e una creatura adattata a vivere in quell'ambiente ostile poteva mantenere.

Dopo settimane di viaggio, raggiunse quella che sembrava la zona che gli avevano indicato: i piedi di una regione montuosa, si guardò intorno guardingo e avanzando con cautela ma cercando di rimanere in vista mentre uno straccio bianco si agitava al ritmo del vento appeso al suo bastone da viaggio. Lo avevano avvertito che le aracne erano fortemente territoriali e che avrebbe fatto meglio a non cercare di infilarsi chissà dove.


@Silen
 

Silen

Get a life
Le vide ad un tratto, come se fossero apparse dal nulla a non più di una decina di metri di distanza. Erano completamente immobili e forse per questo Rotella d'Ottone aveva impiegato tanto ad accorgersi della loro presenza ma si mossero non appena questi diede segno di averle notate, avvicinandosi rapidamente ma al tempo stesso senza fretta particolare: un vantaggio del muoversi su otto zampe. Giunte a un paio di metri da Rotella d'Ottone le Aracne si fermarono e una di esse gli rivolse la parola in lingua comune.
"Sanguerosso, davanti a te si stende il territorio della Tela Rossa. Se intendi proseguire devi sottoporti alle nostre leggi e dichiarare con sincerità lo scopo della tua venuta; sappi che verrai sorvegliato e che mentire a una delle nostre pattuglie è un crimine punito con la morte. Se non intendi accettare le nostre leggi, allora ti chiediamo di tornare da dove sei venuto. Sappi che cercare di entrare nel territorio della Tela eludendo le nostre pattuglie è un crimine punito con la morte."
 

leafshield

Just a newbie
Le aracne apparvero quasi dal nulla, facendo sobbalzare l'anapsi dalla sorpresa, aveva già visto aracne in vita sua ma sentire la pena di morte lanciata a destra e a manca lo rendeva comunque nervoso. Raccolse il coraggio ed esordì con la voce più ferma e cordiale possibile : "Il mio nome è Rotella d'Ottone e provengo da Titania, e mi è stato chiesto di prendere contatto con il governo della Tela Rossa. Per questo motivo vorrei fare richiesta di entrare nel territorio della Tela."
Attese con trepidazione la risposta per capire se fosse il caso di tornare rapidamente da dov'era venuto o meno.
 

Silen

Get a life
Le Aracne confabularono fra di loro; non a parole ma in quella maniera non verbale caratteristica del loro popolo e fatta di una serie di schiocchi e clicchettii prodotti con le dita, le zampe e i denti, il tutto intervallato da qualche breve vocalizzazione. Dopo qualche istante l'Aracne che aveva parlato, probabilmente la comandante della pattuglia, si fece avanti "Richiesta concessa" disse semplicemente l'aracnide "una di noi ti scorterà in città e avviserà le Risveglianti del tuo arrivo".
Ciò detto le Aracne si allontanarono lasciando, come promesso, un singolo individuo a fare da guida all'inviato di Titania.

"Il mio nome è Shikra" disse la soldatessa Aracne rompendo il silenzio, in tono più cordiale della capo-pattuglia "il nostro insediamento più vicino è Shastanna; fino a un anno fa era poco più di una rovina ma di recente la abbiamo rimessa a nuovo. Ti condurrò li e al resto penseranno le Risveglianti. Forse verrà una del Triangolo a conferire con te...ma questo lo decideranno loro" concluse stringendosi nelle spalle.
L'Aracne si incamminò e fece cenno all'anapsi di seguirla "Nella Tela ci sono parecchi Anapsi, sia Tessitori che Adottati...voi li chiamareste Cittadini, credo. Vi sono Aracne nella tua patria?"
 

leafshield

Just a newbie
"Piacere di fare la tua conoscenza Shikra!" l'anapsi sorrise tiepidamente mentre teneva il passo dell'aracne al meglio delle sue possibilità "Eh, vedo che anche voi siete rimasti occupati dalle opere di ricostruzione, riportare a uno stato funzionale i vecchi insediamenti non è lavoro da poco... Comunque sì, ci sono aracne anche a Titania ma sono un numero contenuto che io ricordi. Se posso chiedere chi o cos'è il Triangolo?" aveva più o meno afferrato che le Risveglianti erano delle figure di riferimento per le aracne ma non aveva mai sentito parlare del Triangolo.
Mentre le due figure discutevano, all'orizzonte apparve la sagoma della città di Shastanna.
 

Silen

Get a life
L'Aracne ridacchiò "Già non c'è motivo per cui tu lo debba sapere, suppongo." disse in tono gioviale; evidentemente Shikra era meno truce della sua comandante "È così che ci riferiamo a Sharra, Sheril e Shona, coloro che hanno guidato la ribellione e ora dominano il Consiglio delle Risveglianti. La loro voce è quella che risuona più forte nella Tela."
Shastanna era una piccola cittadina molto attiva; Rotella d'Ottone vide molte Aracne ancora intente a ristrutturare e riparare edifici arrampicandosi direttamente su mura e pareti con uan agilità che avrebbe fatto l'invidia di qualsiasi muratore o carpentiere, assistite da una congerie di Nani, Coboldi, Aviani, Anapsi persino qualche Gnoll. Il piccolo mercato della cittadina era a sua volta molto eterogeneo nei suoi frequentatori.
Il successivo colloquio con una delle Risveglianti della città fu breve: Rotella d'Ottone venne invitato a rimanere in città mentre un messaggio viaggiava verso Shurrakan, e Shikra gli venne assegnata come Garante/Attendente per la durata del suo soggiorno.
Qualche giorno più tardi fu la stessa Shikra a convocare l'Anapsi per l'udienza "Sembra che io avessi ragione dopotutto" annunciò in quel tono blandamente cordiale che ormai a Rotella d'Ottone era divenuto familiare "Sharra è arrivata in città ed è con lei che avrai la tua udienza. Vieni, è meglio non farla attendere...Sharra non è una Aracne molto paziente."
 

leafshield

Just a newbie
Il primo colloquio con il sistema politico della Tela andò liscio e Rotella d'Ottone si ritrovò assegnato alla persona di Shikra e ad attendere alcuni giorni nella cittadina per ricevere la risposta alla sua petizione.
Durante il periodo di permanenza ebbe il tempo di acclimatarsi alla vita locale e alla sua garante e durante l'attesa l'anapsi osservò con grande interesse il metodo con cui le aracni costruivano: unendo la loro seta alle classiche strutture in pietra.

Pochi giorni dopo arrivò la convocazione e a quanto pare era arrivato dei lati del triangolo per parlargli "Anche se fosse paziente, sarebbe cattiva forma farla attendere!" rispose giovialmente e l'anapsi lasciò che Shikra lo guidasse al luogo dell'incontro.
 

Silen

Get a life
Negli stati ribelli era stata pratica comune riutilizzare i palazzi dei governatori imperiali come sedi di governo e amministrative; nella Tela le cose erano andate diversamente. Nella piazza principale, del vecchio municipio e palazzo del governatore ora non rimaneva pietra su pietra; al loro psoto era stata eretto un unica grande costruzione di pianta grossomodo rettangolare, suddiviso in diversi piani. All'interno la struttura era composta di ampi corridoi e stanze ancora più ampie, palesemente pensate per dare agio alla corporatura imponente delle aracnidi anche se l'edificio era frequentato anche da diversi esponenti di altre razze fra cui era impossibile non notare alcuni halfling che sgambettavano sbuffando in quell'ambiente dove tutto era troppo grande per loro.
Shikra guidò Rotella d'Ottone in una grande sala al terzo piano, apparentemente una sorta di sala delle conferenze; qui videro l'Aracne chiamata Sharra attenderli, osservando distrattamente fuorid a una delle finestre della sala. Sharra era imponente anche per lo standard delle Aracne, somigliante a un gigantesco ragno-lupo giallastro. Il volto dai lineamenti marcati e lo sguardo duro fissò severamente l'Anapsi, non perchè avesse motivi di risentimento verso di lui: era palesemente la sua espressione abituale.
"Ben fatto, Shikra; rimani pure qui mentre noi parliamo." disse alla sodlatessa con un cenno del capo; il modo con cui Shikra saluò e si mise nell'equivalente Aracne di una posizione di riposo faceva pensare che Sharra fosse una comandante militare; di sicuro ne aveva il tono e il portamento "Abbiamo sentito parlare della vostra Ttiania" proseguì rivolta a Rotella d'Ottone "anche voi avete portato a termine la secessione dall'Impero theofonias" l'aracne annuì "Siamo compiaciute di vedere che avete avuto la saggezza di distaccarvi dal tiranno che siede in Thronos. Questo ci dà speranza che sia possibile intrattenere rapporti amichevoli fra di noi."
 

leafshield

Just a newbie
Rotella d'Ottone constatò con tecnica perizia che le aracne sembravano aver demolito completamente il vecchio palazzo imperiale e al suo posto avevano edificato un edificio più consono alla loro stazza, un lavoro notevole considerando tutto.

Raggiunto il luogo dell'incontro e vista Sharra, l'anapsi si chiese per un momento se quella fosse stata una buona idea, non per dire ma la sua interlocutrice aveva uno sguardo che tagliava la pietra ma si costrinse a non tentennare e a sostenere l'aura dell'interlocutrice.
"Anche noi abbiamo sentito racconti della vostra ribellione e della fondazione dell'attuale Tela e anche noi speriamo che fra di noi vi siano rapporti amichevoli. Molte vite sono state perse nel recente passato e il futuro dinanzi a noi è incerto, penso che sia per noi che per i nostri popoli sarebbe un grande sollievo avere la certezza che c'è qualcun altro in questo vasto e frammentato continente che non desidera loro male." fece una breve pausa per sottolineare l'importanza di quel punto "Attualmente nostri inviati si stanno spingendo verso oriente per prendere contatto con le zone a noi limitrofe ed è assai probabile che anche voi stiate facendo lo stesso, penso sarebbe un punto di partenza utile discutere un'eventuale spartizione delle sfere d'influenza per evitare che vi siano incidenti o conflitti fra i nostri stati, voi che ne pensate?"
 

Silen

Get a life
"Così è" confermò Sharra "abbiamo inviato diverse missioni a nord e presto ci spingeremo oltre; è di vitale importanza capire in che stato siano le terre che ci circondano dopo l'epidemia e la ritirata dell'impero. E, a proposito..."
l'Aracne fece cenno a Rotella di Ottone di seguirla verso un grosso tavolo piazzato al centro della sala; non vi erano sedie (le Aracne non ne avevano bisogno) e il tavolo stesso era pressochè del tutto vuoto eccetto una mappa della parte meridionale di Ipairos. Sharra indicò rapidamente le regioni limitrofe "Immagino che i vostri inviati stiano esplorando le regioni adiacenti a Grande Crocevia, il cuore del vostro territorio. Non abbiamo nulla in contrario ma vi chiederemmo di non spingervi oltre in direzione est. L'occupazione di un qualsiasi territorio a est del fiume o adiacente alla regione di Atropos sarà considerato un atto ostile." dise seccamente Sharra sembrando più che mai un generale che arringa un soldato semplice "Da parte nostra non abbiamo intenzioni bellicose nei vostri confronti...in effetti speriamo di stabilire un proficuo commercio fra di noi e magari anche un trattato di amicizia. Siamo entrambi nazioni considerate ribelli e dobbiamo fare fronte comune contro una sempre possibile voglia di rivalsa da parte del tiranno Theofonias; ma il mio primo dovere è assicurare che la Tela non sia minacciata. Spero che capirete e che accetterete questo limite che vi chiediamo di non superare." concluse con un tono ancora un pò burbero ma tutto sommato abbastanza amichevole.
 

leafshield

Just a newbie
"Non preoccupatevi, comprendo bene cosa intendete, garantire la sicurezza dei propri soggetti è fondamentale e prioritario. Comunque io non sono aggiornato sugli spostamenti degli altri messaggeri di Titania, ma non penso che in un singolo anno raggiungeranno la vostra zona come da concordato. Ma nell'improbabile ma non impossibile caso che sia successo vi chiedo di essere tolleranti almeno per quest'anno e per l'anno prossimo posso garantire che rispetteremo l'accordo e ci impegneremo a restituirvi eventuali territori che appartengono alla vostra zona. Per il resto sinché questo tipo di accordi sarà reciproco sono certo che le genti di Titania e della Tela saranno presto molto più vicine. Sia geograficamente che non."
 

Silen

Get a life
"Bene" disse Sharra annuendo "non posso che essere soddisfatta dal vedere che concordiamo sui punti fondamentali della questione confini. Da parte nostra posso promettere che la Tela non interferirà nelle province che confinano direttamente con i vostri territori principali. Ora se volete osservare con attenzione la mappa" la Risvegliante indicò i territori che le interessavano sulla carta "la regione attraversata dal fiume che confina con la vostra Terra degli Avi è nella vostra sfera di influenza, secondo i nostri accordi. Se riuscirete ad annetterla già ora è possibile che entro un anno avremo un confine comune. Naturalmente, questo solo se siete interessati ad espandervi in quella regione. Se non lo siete...beh espanderci in direzione nord è una nostra priorità e saremmo disposte ad offrire un compenso in cambio del vostro consenso ad una eventuale occupazione di quel territorio da parte della Tela. Mi rendo conto che il discorso è forse prematuro ma vi prego di considerare questa offerta. Nella Tela siamo davvero molto interessati a creare rotte commerciali nel più breve tempo possibile. A ulteriore garanzia della nostra buona fede sono autorizzata a proporre un trattato di non aggressione fra la Tela Rossa e Titania. "
 

leafshield

Just a newbie
"Vi ringrazio infinitamente per le vostre proposte, in questo momento non posso accettare nessuna delle due, ma non appena tornerò in patria e avrò spiegato tutto all'augure e agli altri membri della corte potremo inviare un messaggero con delle risposte definitive. Per il trattato sarebbe un problema se lo sottoscrivessimo in un data successiva a quest'anno? Da quanto mi hanno raccontato anapsi più anziani di me questo tipo di accordi richiede quantità monumentali di documenti da ambo le parti e non sono sicuro la nostra macchina statale sia in grado di sopportare questa prova. Quanto al contatto commerciale non appena riusciremo a instaurarlo saremo ben felici di dare il via a una rete di scambi!"
 

Silen

Get a life
Sharra annuì "Attenderemo con impazienza l'arrivo del messaggero con la risposta dell'augure" il tono della Aracne era forse un pò deluso? Difficile dirlo "un anno in più o in meno non fa molta differenza, ma è vero anche che prima potremo iniziare a commerciare e maggiori saranno i guadagni, per noi e per voi. Avrei un'ultima questione di cui vorrei discutere: Shikra mi ha informata che vi sono delle Orfane a Titania. Sarebbe importante per noi se fosse possibile organizzare il loro ritorno nella Tela, la terra che è la loro patria e da cui furono allontanate con la forza dagli schiavisti theofonias; naturalmente sempre che questo sia anche il loro desiderio. Rintracciare le nostre Orfane, ovunque le maree del destino le abbiano trascinate, riunire ciò che l'impero ha diviso è una delle nostre grandi ambizioni. "
 

leafshield

Just a newbie
Rotella d'Ottone ascoltò le parole dell'Aracne e chinò il capo in segno di comprensione "Faremo il possibile anche sotto questo punto di vista, vi faremo sapere appena possibile sempre tramite messaggero." porse una mano in segno di saluto "Vi ringrazio peer il vostro tempo Sharra è stato un piacere poter parlare con voi!"
 

Silen

Get a life
"Speriamo di rivedervi presto, voi o qualunque altro inviato di Titania; la Tela ha molte aspettative riguardo l'amicizia fra i nostri paesi. Quando lo riterrete opportuno Shikra vi scorterà fino al confine, nel frattempo rimanete pure a Shastanna come nostro gradito ospite" disse l'Aracne afferrando la mano e stringendola con energia; anche Sharra era stata indottrinata a proposito delle usanze dei sanguerosso. In effetti la stretta fu magari anche un pochino troppo energica lasciando a Rotella d'Ottone una mano dolorante ma la Risvegliante aveva le migliori intenzioni....solo necessitava di un pò di pratica.
 

leafshield

Just a newbie
Tempo addietro un messo anapsi raggiunse la Tela con un messaggio:
"Esimie rappresentanti della Tela,
abbiamo avuto tempo di valutare le vostre proposte e richieste, le abbiamo trovate accettabili e ci adopereremo per poterle attuare. Attualmente abbiamo inviato una spedizione verso la regione indicatoci da Rotella d'Ottone e se tutto andrà bene dovremmo essere in grado di assicurare un confine sicuro fra i nostri stati e di conseguenza aprire flussi commerciali sicuri.
Per quel che concerne il Trattato di Non Aggressione saremo felici di firmarlo appena possibile, quest'anno purtroppo non ci è possibile ma potremmo tentare il prossimo.
Infine abbiamo già cominciato a cercare e contattare le comunità di aracne presenti sul nostro territorio ed esporre la questione di una possibile migrazione sul territorio della Tela, ma ci servirà più tempo per completare il processo e pensiamo non sarebbe saggio far cominciare un esodo senza aver assicurato un confine stabile.

Infine l'intera corte di Titania vi ringrazia per la vostra offerta di amicizia e vi augura un prospero futuro.
Che gli dei veglino sempre su di voi

Cresta Rossa"

Chiedo venia ho avuto un piccolo lapsus!
Comunque mi sembra una risoluzione ragionevole per la giocata!
 

Silen

Get a life
Va benissimo, tanto il prossimo turno avevo intenzione comunque di mandarti qualcuno per riprendere il discorso e in ogni caso pure io per questo turno ormai ho finito i pa :D
 
Alto