• Ai compagni fedeli alla linea ci servono ancora i vostri soldi... per il rinnovo del server. Grazie dell'obolo

  • Famo partì sto fantacalcio. E' tempo di rosicare
  • E' resuscitato il vecchio gdr Cyberpunk, controlla nell'Antro dei Nerd, barbone.

Diplomazia Storie Coloniali IV - A Sangue Freddo

Last Century

Spam Master
Dopo la breve, seppur importante, permanenza nel Manto Tempesta, e avendo capito delle baruffe portate dai nani in lungo e in in largo per quel segmento di continente, Amaryllis decise di proseguire la sua operazione di primo contatto nella maniera più naturale - e logica - che potesse esserci. Tornò indietro da Baldur's gate, discendendo verso il mare con la sua fidata scorta eldar, e poi s'imbarcò di nuovo per far vela verso la Repubblica di Tlastlan, intenzionata ad ad attraccare all'omonima capitale. Anche qui, come era stato per le precedenti ambascerie, si limitò a dire al capitano di metter ancora a distanza dal porto, segnando a terra la propria presenza tramite bandiere. Il vessillo blu del Minnonar era sormontato da quello bianco con la stella cobalto della colonia.
Sapevano, specialmente Amaryllis, che in quella regione dovevano trovarsi dei lucertoloidi e poteva essere il primo passo, dopo tanto tempo, per allacciare i rapporti con una comunità di quella particolare razza dai tempi - oramai quasi trent'anni prima - delle purghe lorassiane dell'Antico Fuoco.

Quindi attesero, pazientemente, che qualcuno li accostasse per chiedere loro cosa andava facendo e chi, probabilmente fossero. Al che, prendendo parola, la driade avrebbe semplicemente fatto un inchino prima di sorridere amabilmente.
«Sono Amaryllis Galatias, vengo per conto della Viceregina Vittoria d'Istalore per porgervi i miei omaggi e salutarvi nel nome della mia gente. Abbiamo costruito una piccola enclave nel profondo sud e stiamo esplorando i mari verso nord per conoscere tutti i popoli che vivono sulle coste di Aman.» esordì. «Veniamo da oltre l'oceano, siamo i vicini del Regno della Tempesta che forse già conoscerete; spero che la nostra presenza non sia di disturbo per voialtri.»

@Silen Eccoci qui con Tlastlan!
 

Silen

Get a life
Non mancò molto prima che una galea con lo stendardo della Repubblica affiancasse l'imbarcazione dei nuovi venuti chiedendo di identificarsi e spiegare lo scopo della visita; dopo le formalità delc aso fra i capitani il comandante della nave lucertoloide salì sul ponte per parlare con Amyrillis.
"Il mio nome è Ss'lar, comandante della Scaglia Verde" si presentò l'uomo-lucertola che,s econdo l'uso di Tlastlan era abbigliato con un indumento il cui colore era legato al suo emstiere: nel suoc aso verde-azzurro con l'ancora della Corporazione dei Navigatori ricamata sul petto.
"Abbiamo sentito parlare dell'arrivo di stranieri provenienti dall'altro lato del Grande Mare e di come hanno conquistato armi in pugno una regione non lontano da qui. Si tratta di voi?" concluse guardando la driade con sospetto.

(GdR off, per semplicità lascio uno stacco per permettere ad Amyrillis di chiarire l'èquivoco e proseguo)

"Ah, capisco" disse il capitano schioccando la lingua "Voi siete i vicini della nazione che ha invaso la Costa d'Oro. Vicini nella vostra lontana patria si intende. E avete stabilito una colonia così a sud? I nostri navigatori non si sono spinti molto lontano verso meridione: siamo una nazione di commercianti e nei nostri viaggi abbiamo incontrato solo piccole regioni indipendenti con mercati poco redditizi fino alla cosiddetta Tela i cui abitanti sfortunatamente si sono dimostrati ostili e così non ci siamo mai spinti oltre."
 

Last Century

Spam Master
«No, no!» s'affrettò a dire la driade. «Le nostre nazioni sono vicine oltre l'oceano, nella vecchia Ea.»
L'aspetto del lucertoloide non era del tutto alieno ad Amaryllis ma, nonostante tutto, un velo di meraviglia e interesse per quella razza così peculiare che più non esisteva nel Minnonar riuscì a suscitarglielo.
«È un piacere incontrarvi sire Ss'lar, e sì, abbiamo stabilito una colonia nel profondo sud. Guardate, prego.» due marinai si affrettarono a portare una carta nautica, tra l'altro aggiornata strada facendo dal capitano della nave, che portava segnata tutta la costa amanense dal Sarennor sino a Tlastlan, incluse le posizione dell'enclave e degli altri stati noti.

«Siamo riusciti anche a stabilire trattati commerciali con le Aracne della Tela, vi dirò. No è semplice ma con grande impegno ci siamo riusciti e ora tutta la zona a sud gode di una certa prosperità economica, anche se siamo minacciati da un clan orchesco, il Teschio Ghignante, che minaccia di piombarci addosso dall'oggi al domani.» confessò la driade.
«Comunque non avete di che temere, i nostri modi sono molto diversi da quelli del Regno della Tempesta. Meno efficaci, sicuramente, e più lenti ma abbiamo avuto il benestare dei locali prima di stabilirci.» sorrise.
«Sono stata inviata dalla Viceregina a incontrare tutti i popoli della costa per far sapere della nostra presenza e avviare trattative di natura diplomatica, nel caso in futuro ci sia un qualsiasi interesse commerciale o politico tra i nostri rispettivi stati.» spiegò, tranquilla. «Senza contare che siamo estremamente interessati a scoprire la cultura dei popoli di Aman e quanto questa sia diversa da quella sviluppatasi nella nostra terra natia.»
 

Silen

Get a life
"Se le vostre intenzioni sono pacifiche, non vedo perchè non possiamo stabilire rapporti amichevoli" disse il capitano Ss'lar "il nostro commercio è in costante espansione e i Mastri delle Corporazioni sono sempre in cerca di nuovi mercati. Vi scorteremo in città dove potrete incontrare dei rappresentanti della Corporazione degli Ambasciatori ed essere così accreditati come rappresentanti ufficiali di una nazione straniera presso la Repubblica" l'uomo-lucertola esibì il suo equivalente di un sorriso "gli adempimenti necessari saranno piuttosto lunghi e noiosi temo, ma sono indispensabili. Ogni Corporazione sarà poi notificata del vostro arrivo e..beh si comincerà a parlare di cose serie."

(GdR off: Lastuccio per correttezza ti informo che in questi giorni si è fatto avanti un possibile nuovo giocatore che è interessato proprio alla Repubblica di Tlastlan. Noi andiamo pure avanti ma se le cose vanno in porto poi ti devierò verso il nuovo arrivato)
 
Alto