1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.
  2. Ai compagni fedeli alla linea ci servono ancora i vostri soldi... per il rinnovo del server. Grazie dell'obolo

  3. Famo partì sto fantacalcio. E' tempo di rosicare
  4. E' resuscitato il vecchio gdr Cyberpunk, controlla nell'Antro dei Nerd, barbone.
SoHead: la comunità che sta meglio con la barba

Report Turno 36

Discussione in 'Report' iniziata da Silen, 12/10/2019.

  1. Silen

    Silen Get a life

    Registrato:
    05/11/2010
    Messaggi:
    15.139
    Dunsperrein

    Dopo le batoste dell'anno precedente i duergar cercano di porre rimedio ad una situazione difficile: dopo alcuni abboccamenti coi drow viene ceduta la regione adiacente a Gelunor e viene concordato il versamento di un tributo annuale. Per trovare il denaro necessario a pagare il tributo viene decretato un aumento delle tasse e stabilite alcune nuove rotte commerciali coi vicini troll che si confermano amichevoli. Tutte le truppe rimanenti vengono riunite e ad esse si uniscono le due comapgnie mercenarie dei Distruttori Croazzati e degli Spaccacrani, arruolate con ulteriori sacrifici economici. L'esercito cosìrisultante viene nuovamente lanciato contro Lazarus: il Caduto, a sua volta ridotto a un esercito assai esiguo, preferisce non rischiare una battaglia incerta e abbandona Iron Peaks che torna in mani Duergar.
    Proprio quando la situazione sembrava volgere a un lento miglioramento, la situazione degenra rapidamente. Un esercito compare letteralmente dal nulla nella regione a nord della capitale Underspire. un bizzarro coacervo di soldati di tutte le razze del mondo conosciuto marcia sulla città causando il panico nei duergar...finchè non viene scoperto che si tratta di neint'altro di una illusione evocata dalla magia. Tutt'altro che illusorio è invece l'esercito drow che, violando il trattato appena stipulato, riprende la guerra contro i nani grigi che vengono colti completamente di sorpresa. L'avanzata delle forze di Kalassia incontra resistenza minima: Hilmgard, Varijag e Vologh vengono occupate e le città di Deepearth e Krak Derith prese d'assalto da un esercito di oltre 30mila elfi scuri.
     
  2. Silen

    Silen Get a life

    Registrato:
    05/11/2010
    Messaggi:
    15.139
    Matriarcato di Kalassia

    Un grande rito propiziatorio viene celebrato nella città di Kalassia: per placare la dea Llorathh l'intera popolazione nanica di Gelunor viene sacrificata alla dea ragno, tre individui al giorno, tutti i giorni, in modo orribile. Un altro episodio però viene a turbare la coscienza religiosa dei drow: la suprema sacerdotessa di Llorathh viene infatti sorpresa mentre cerca di impossessarsi anche della Lacrima superstite con la scusa di "custodirla durante i lavori di ricostruzione della statua". La scusa però fa acqua in quanto nessuna altra sacerdotessa ha sentito parlare di una "ricostruzione" e anzi proprio l'anno precedente la sorveglianza della Lacrima superstite è stata intensificata. Nasce una colluttazione e la grande sacerdotessa e tutte le sacerdotesse a lei vicine vengono accusate di tradimento della dea e della nazione. Il bagno di sangue susseguente vede la morte della gende sacerdotessa e di un gran numero di sue alleate e rivali otlre a un gran numero di guardie di entrambe le fazioni. Una nuova ondata di panico attraversa Kalassia e il clero di Llorathh sconvolto dagli ultimi accadimenti si spacca in diverse fazioni che prendono a combattersi violentemente in una vera e propria guerra civile non dichiarata arrecando gravi devastazioni alla capitale e causando un gran numero di morti fra i cittadini. La Matriarca deve assolutamente intervenire prima che la situazione superi il punto di non ritorno spaccando lo stato in due.
    Mentre internamente lo stato degli elfi scuri sembra sull'orlo della crisi isterica, sul frotne esterno la condotta diplomatica spregiudicata con i duergar guadagna a Kalassia l'esecrazione generale: dopo aver accettato un trattato di pace con l'Alto Re infatti i drow ne fanno allegramente carta straccia e attaccano in massa i nani grigi. Trentamila guerrieri penetrano nel ventre molle di dunsperrein conquistando tre regioni e prendendo d'assalto le città di Deepearth e Krak Derith con poche perdite; in compenso i rapporti con le altre nazioni di Ea sono al minimo storico. Anche chi stava cercando di migliorare le relazioni con Kalassia non può giustificare un simile tradimento.
    Di fronte a tanti avvenimenti clamorosi hannos carso rilievo gli spostamenti di coloni effettuati per ripopolare le regioni spopolate da Lazarus e dagli stessi elfi scuri, la costruzione di una nuova torre di amgia e qualche arruolamento.
     
  3. Silen

    Silen Get a life

    Registrato:
    05/11/2010
    Messaggi:
    15.139
    Trollheim

    Si tratta di un anno molto attivo per i troll. Dopo le ultime vittorie e la fuga di Astartes l'esercito pelleverde si incarica di invadere le ultime regioni facenti parte dei domini della non morta: compito che non presenta grandi difficoltà per i coriacei guerrieri troll. Nel corso di una vittoriosa campagna estiva gli ultimi territori del dominio personale di Astartes vengono occupate e i non morti presenti, annientati, con perdite contenute. Al termine della campagna le quattro regioni vengono solennemente cedute all'Impero Rahonavide (restitutie in alcuni casi) con cui vengono ribaditi ancora una volta i solidi vincoli di amicizia. Al tempo stesso viene proclamata la rinuncia dei sauriani al monopolio commerciale stabilito tempo fa sulla città di Tannabrulla-sul-fiume. Sempre nella capitale troll viene costruito un magazzino per gestire il sovrappiù delle risorse e, col consenso della corte sauriana, costruito un tratto stradale che unisce la capitale troll alla città Rahonavide di Gandrakarta. Nuove rotte commerciali vengono stabilite con Dunsperrein e con la Zungaria, arricchendo ulteriormente le casse statali mentre vengono accolti come eroi gli esploratori di ritorno dalla missione a Trallesia, per quanto la notizia di demoni vegetali dell'Altrove che potrebbero infestare la regione viene accolta con una certa apprensione.
    Grandi lavori edilizi vengono intrapresi sul territorio nazionale: la città di Carcharoth risorge dalle rovine come città troll anche se vengono fatti grandi sforzi per mantenere alla città il carattere originario gnoll tanto che vengono fatti arrivare persino dei consulenti appositamente dai territori del Branco. Una nuova città completamente trollesca viene invece costruita nella regione di Forra Celeste. sis egnalano anche alcuni piccoli investimentit ech e il reclutamento di un nuovo reggimento.
     

Condividi questa Pagina