1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.
  2. Ai compagni fedeli alla linea ci servono ancora i vostri soldi... per il rinnovo del server. Grazie dell'obolo

  3. Famo partì sto fantacalcio. E' tempo di rosicare
  4. E' resuscitato il vecchio gdr Cyberpunk, controlla nell'Antro dei Nerd, barbone.
SoHead: il primo forum italiano che organizza corsi di MS Paint GRATUITI!!!!

Giostra [Quarti] Calarel Scudo di Foglia vs Rayla la Nera

Discussione in 'Torneo Le Prestige' iniziata da Silen, 12/02/2019 alle 17:25.

  1. Silen

    Silen SoHead Sith

    Registrato:
    05/11/2010
    Messaggi:
    14.293
    Primo incontro dei quarti di finale della Giostra la sfida tutta al femminile fra la rappresentante eldar Calarel Scudo di Foglia e la duchessa Rayla la Nera, per l'occasione chiamata a difendere i colori dell'Impero meridionale.

    @Last Century
     
  2. Last Century

    Last Century Just a newbie

    Registrato:
    19/08/2018
    Messaggi:
    248
    Località:
    Valinor
    Calarel, reduce dal durissimo scontro con lo gnoll, era certa che Rayla sarebbe risultata ancor più ostica del canide; non per mera forza fisica ma, sospettava, parte del valore della "Nera" risiedesse in una specie di pozzo infinito di rabbia e furia. Una specie di creatura mitologica fatta in parte da donna, in parte da arpia - e già qui sarebbe bastato - con delle parte di fiera mostruosa. Che poi d'aspetto sembrasse tutt'altro era un conto diverso, una di quelle classiche storie sul lupo travestito da agnello, sebbene l'armatura in Mithril nero fosse assai intimidatoria. Si preparò nella sua tenda, con una certa ritualità e precisione, controllando il cavallo e i bardamenti perché fossero in perfetto ordine; anche quello scontro, al pari di quello di Eto, si stava tenendo intra moenia del microcosmo formato dal Ducato, dalle Arpie e dal Minnonar. Si trattava di cose particolari, in un certo senso si disputavano sul campo delle piccole disfide che potevano o meno avere un qualche significato simbolico, più che pratico, dimostrando che l'uno o l'altro popolo erano ancora in grado di competere a testa alta. Ovviamente in quel trittico, dove si poteva facilmente includere anche il Britannia stesso, gli Eldar erano quelli a cui era riservato il maggiore schiacciamento, visto e considerato tutto, e i buoni risultati ottenuti sino a quel momento avrebbero un minimo risollevato le sorti - morali - del Principato.

    Chiaro era come nella magia gli elfi fossero di per sé favoriti, nonostante la sfortuna leggendaria che aveva colpito Amdir, mentre nel torneo a cavallo solamente lei era riuscita a dimostrarsi un minimo degna e avrebbe davvero voluto dare dimostrazione di bravura anche in quel girone lì, nonostante l'evidente svantaggio che aveva. Salì in sella, uscendo nell'arena al trotto e salutando il pubblico che la applaudiva, forse memore della scorsa giostra tanto sofferta, appropinquandosi alla propria avversaria. Aveva l'elmo sotto al braccio e, a gran voce, salutò la donna.
    «Duchessa Rayla, è un onore affrontarvi sul campo.» esordì. «Ho sentito molto parlare delle vostre gesta in battaglia, sia come mercenaria che come duchessa e, in entrambi i casi, siete da libro di storia militare per le vostre imprese.» chinò appena la testa. «Che vestiate i colori dell'Impero o quelli del Ducato poca è la differenza, siete sempre una delle migliori giostratrici, forse persino migliore di Herr Fritz, per questo vi chiedo, da aspirante generalessa, di darmi la possibilità di dimostrarvi il mio valore.»
    A quel punto la indicò con la mancina, ma più che Rayla quel gesto serviva a indicare l'armatura. «Se mai riuscissi a vincere, ipotesi a dir poco improbabile viste le circostanze, sareste disposta a farmi fare una corazza di quella foggia?» sorrise. «Io sono una povera signorina nessuno, non ho né titoli né terre, né tantomeno denaro da mettere in palio, a parte il coraggio e la fedeltà... ma li avete già entrambi in quanto duchessa di Sylvania, quindi la mia è più una richiesta di dono che non uno scambio equo, non vi biasimerò se mi riderete in faccia.» concluse.
    Era una richiesta un poco strana, invero, ma dato che non pensava di andare più avanti di quella giostra nel torneo Calarel ci provò. Mal che fosse andata le avrebbe semplicemente detto di no, e comunque le probabilità che vincesse lo scontro erano decisamente avverse al punto tale che, volendo, la Duchessa avrebbe potuto scommettere pure su un intero reggimento e riuscire comunque a spuntarla senza troppa fatica.

    Calarel trottò col suo destriero sino a recuperare una lancia dai giudici, prendendo posizione e salutando Rayla come da tradizione. «Che vinca la migliore, Vostra Altezza.»
    Poi si calcò l'elmo in testa e abbassò la celata, preparandosi a caricare al segnale dei maestri di campo. All'avvio della carica cercò di sfruttare la sua agilità, ripetendo saggiamente il modo ondulatorio che le aveva fatto guadagnare tanto vantaggio nello scorso girone, in modo da essere un bersaglio più difficile da colpire. Tenne la rancia in resta da subito, tuttavia, puntando più sulla velocità che sulla forza fisica, certa che l'armatura in Mithril avrebbe reso ostico anche solo impattare sulla duchessa.

    Negli spalti, invece, Fianna e Ailas assistevano allo spettacolo con fare più tranquillo del solito. La principessa, in particolare, si sporse verso il cucino per porgli un quesito che definire "idiota" non avrebbe reso giustizia alla futilità della cosa.
    «Ailas, ma hai notato con cosa fa rima Rayla?»
    «Rayla? Balla? Stalla? Stella?» rispose lui.
    «Maiala. Fa rima con Maiala. Ho saputo che allo scorso torneo s'è tipo svestita o una cosa del genere, direi che è calzate.»
    «Maiala. Maiala, detto alla moglie del Duca, sarebbe "calzante" per te. Non mi stupisco che i tuoi tutori ti odiassero.»
    «Maiala la Nera. È bellissimo come nome, sembra una tizia che lavora in un bordello per uomini dalla pelle scura.»
    «Fianna... hai mai pensato di cambiare lavoro? Tipo smettere di fare la principessa e lavorare come creatrice di Insulti Diplomatici. Ti fai arruolare, vieni pagata e ti basta essere te stessa per far scoppiare guerre internazionali dicendo scempiaggini.» il principe si passò una mano sul viso, a metà tra il divertito e il disperato.
    «Tra te e tuo padre non so chi dei due sia più noioso, non si può mai scherzare con voi...»

    Calarel in modalità "notice me Rayla-Chan"
     
    A Balto piace questo elemento.
  3. Dyolance

    Dyolance Lonely Fapper

    Registrato:
    29/03/2018
    Messaggi:
    83
    La corte di Britannia c'era tutta per l'incontro della Nera e del Minnonar. Tutti.
    Tranne il generalissimo Julian LI Aldiss. Troppo occupato a fottere mentre finiva di mangiarsi i rimasugli delle sue lance spaccate. L'aveva presa davvero, ma davvero bene.
    "TI PIACE EH NERA TI PIACE EH"
    "Signore, temo che la signorina non sia la Duchessa"
    "STA BEVENDO IL MIO VINO, RIPAGANDO IL MIO DANARO E FINO A PROVA CONTRARIA IL MIO CAZZO È NELLA SUA FAGIANA. ERGO SECONDO LE LEGGI DI QUESTO FOTTUTO IMPERO È TUTTO CIO' CHE IO LE IMPONGA DI ESSERE."
    "OH VISCONTE, POSSO ESSERE TUTTE LE DUCHESSE E LE NERE DI QUESTO MONDO PER LEI"
    "BRAVA TESORO. SENTITO BORIADES? QUESTA SI CHIAMA CIECA ED ASSOLUTA OBBEDIENZA. PRENDI ESEMPIO."
    "Me lo appunto, Visconte. Tuttavia, è sicuro che siano le leggi di Britannia a-"
    "BODIADES SONO OCCUPATO IN UNA DISQUISIZIONE TATTICA SULLE MANOVRE A PECORINA, TI DISPIACE?"

    e giù a sfogarsi nei più insulsi e bassi puttanai di Taraska.
     
    A The Pony Killer e Balto piace questo messaggio.
  4. Balto

    Balto Ninja Skilled!

    Registrato:
    09/11/2011
    Messaggi:
    3.356
    per favore ripeti il post così posso darti un altro like @Dyolance
     
  5. Silen

    Silen SoHead Sith

    Registrato:
    05/11/2010
    Messaggi:
    14.293
    Rayla sorrise cordialmente all'eldar, ignara di essere considerata pericolosa come un incrocio fra donna, arpia ed altre fiere. Del resto se anche avesse saputo che questa era l'opinione della sua avversaria probabilmente la sua unica reazione sarebbe stata di mettersi a ridere fino ad avere il mal di pancia.
    "Il tuo nome è Calarel, vero? Beh, Calarel, mi fa piacere la tua stima, ma da come parli sembrerebbe che io sia presente su un qualche stramaledetto manuale di tattica militare. Non sono così vecchia! E non chiamarmi 'Duchessa Rayla' come fanno i pinguini, per favore. Sei un soldato, no? Allora chiamami semplicemente Rayla. È un bel nome, e non ha bisogno di titoli o aggiunte" Rayla ammiccò con aria complice "anche se alcuni mi chiamano Rayla la Nera per via delle mie preferenze in fatto di abiti" poco mancò che la donna assestasse una cameratesca pacca sulla spalla all'eldar e probabilmente si trattenne solo perchè entrambe erano in armatura completa.
    Alla successiva richiesta di Calarel, gli occhi della ex-mercenaria si accesero di una luce divertita "Che bella idea, Calarel! Una scommessa, per dare sapore a questo incontro. Un'armatura di mithril se dovessi vincere...bene, perchè no? Hai la mia parola. E ora vediamo, cosa potrei chiederti nel caso in cui fossi io a vincere....mmmh...dici di essere una signorina nessuno...che scemenza, Calarel. Ci sarà sempre qualcuno pronto a denigrarti, non cè bisogno che lo faccia tu stessa, sai?...comunque capisco cosa intendi, un soldato difficilmente può permettersi di scomemttere qualcosa di altrettanto costoso. Ho fatto la vita del soldato per più di vent'anni dopotutto sai? Ma potremmo usare un altro tipo di posta." Rayla squadrò attentamente Calarel valutandola apertamente "Sembri una tipa in gamba. Ecco cosa faremo: se vinci tu, io ti donerò una armatura in mithril; se vinco io, tu mi giurerai fedeltà. Non alle Arpie. Non a Sylvania. A me, personalmente." Rayla alzò la destra, come a prevenire una eventuale obiezione "oh, non ti chiedo di abbandonare il tuo principe, naturalmente. Nondimeno, sarai una delle mie spade e mi aspetto che se dovessi richeidere i tuoi servizi, tu mi obbedirai. Allora, che ne dici, Calarel, ci stai?"

    @Last Century
     
  6. Last Century

    Last Century Just a newbie

    Registrato:
    19/08/2018
    Messaggi:
    248
    Località:
    Valinor
    «Purché non si tratti di agire contro vostro marito o contro la mia gente, Duchessa, non vedo perché no.» rispose l'eldar. «Se è vero quel che si dice stare al vostro servizio farà di me un comandante migliore di quanto non potrebbero farlo migliaia di libri o esperienze sul campo. E sia!» concluse, annuendo con un cenno della testa.
     
  7. Silen

    Silen SoHead Sith

    Registrato:
    05/11/2010
    Messaggi:
    14.293
    "Mi pareva di averti detto di non chiamarmi Duchessa. Sei forse una pinguina?" disse Rayla indirizzando alla cavallerizza eldar un'occhiataccia "Quanto a mio marito...chiederti di fare qualcosa contro di lui? Ah! Non devi preoccuparti, Calarel, nel caso dovessi decidere di strozzarlo, lo farei con le mie stesse mani. Certo non manderei un'altra donna e meno che mai una carina come te. Konrad è mio marito e quindi prenderlo a calci nelle parti basse quando se lo merita è mio preciso diritto." disse la donna in tono allegro "Bene, e ora basta con le parole! Vediamo che sai fare con la lancia..."
     
    A Last Century piace questo elemento.
  8. Silen

    Silen SoHead Sith

    Registrato:
    05/11/2010
    Messaggi:
    14.293
    Nella prima, violentissima, carica entrambe le contendenti arrivano a spezzare la lancia sullo scudo dell'avversaria. Calarel riesce a tenersi in sella solo grazie alla sua agiltià sovraumana di eldar mentre Rayla si aggrappa letteralmente alla criniera del suo cavallo: un inizio spettacolare per questo primo incontro dei quarti. La seconda carica vede le due amazzoni lanciarsi nuovamente alla carica come due furie, ma questa volta il colpo di Rayla va a vuoto mentre la lancia di Calarel colpisce magistralmente il centro dello scudo della duchessa che viene sbalzata da cavallo.
    Calarel vince la manche per disarcionamento.

    Alcuni minuti di pausa vengono lasciate alle due contendenti per ristorarsi`in vista della seconda manche
    @Last Century
     
    A senzanome.exe piace questo elemento.

Condividi questa Pagina