1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.
  2. Ai compagni fedeli alla linea ci servono ancora i vostri soldi... per il rinnovo del server. Grazie dell'obolo

  3. Famo partì sto fantacalcio. E' tempo di rosicare
  4. E' resuscitato il vecchio gdr Cyberpunk, controlla nell'Antro dei Nerd, barbone.
SoHead: il forum che te l'aveva detto.

Lettere di corsa

Discussione in 'Regolamento' iniziata da Balto, 27/02/2013.

Status Discussione:
Chiusa ad ulteriori risposte.
  1. Balto

    Balto Ninja Skilled!

    Registrato:
    09/11/2011
    Messaggi:
    3.393
    Le lettere di corsa (o lettere di marca e rappresaglia o ancora, patenti di corsa) sono documenti scritti rilasciati dai governatori delle colonie in nome e per conto delle madripatrie europee.
    Possono essere redatte in vario modo e recare svariate condizioni (siete liberi di contrattarle come volete) ma tutte, allo stesso modo, consentono al detentore della lettera o corsaro di varcare i confini nazionali (marca) per effettuare azioni di rappresaglia contro i bastimenti e territori nemici della nazione emittente.


    I corsari devono tuttavia attenersi a varie stringenti norme che regolano l'istuto delle lettere di corsa pena il decadimento dei privilegi concessi dalla lettera: queste infatti possono essere annullate, come potrebbe invece essere negato il premio al corsaro, o, peggior conseguenza in assoluto, le azioni del corsaro potrebbero essere giudicate al di fuori delle sue prerogative e questi venir processato per pirateria, ma non sono gli unici scenari possibili... le conseguenze e punizioni che possono essere adottate sono le più disparate e dipendono interamente da voi, dal vostro comportamento, dai governatori, dalla vostra, come dalla loro, influenza ecc.


    Notate che è possibile (anzi, sovente accadeva) essere titolari di più di una lettera di corsa...


    Le regole cui un corsaro deve attenersi sono le seguenti:


    - Un corsaro che intende avvalersi dei privilegi concessi dalla lettera di corsa in suo possesso deve sempre e comunque esporre i propri colori e la bandiera della nazione che ha rilasciato la lettera di corsa.


    - Un corsaro deve sempre comportarsi quale gentiluomo e rispettare le norme di guerra vigenti.


    - In riferimento a ciò, un corsaro deve sempre accettare una resa o concedere quartiere qual'ora ne venga fatta richiesta, trattando in modo dignitoso e gentile i prigionieri.


    - Un corsaro che distrugge o cattura un naviglio nemico, per poter applicare gli effetti della lettera di corsa ed incassare eventuali ulteriori premi bonus, deve fare rotta verso il più vicino porto amico o alleato dove uno speciale tribunale giudicherà la validità della lettera di corsa, l'appartenenza dei bastimenti distrutti/catturati ed in generale le azioni intraprese dal corsaro; qual'ora queste vengano giudicate come regolari, nave e carico del nemico saranno venduti ed i proventi distribuiti secondo le clausole della lettera.

    - Azioni ostili contro colonie nemiche non necessitano di essere convalidate vista l'incontrovertibile e palese appartenenza di una colonia ad una nazione ben specifica, sarà tuttavia cura del corsaro tenere un inventario preciso dei beni sequestrati e suddividerne i proventi secondo le clausole indicate in lettera.


    - eventuali azioni intraprese al di fuori delle norme citate e contro persone e nazioni non specificamente dichiarate sulla lettera di corsa saranno trattate e perseguite secondo le leggi contro la pirateria.
     
Status Discussione:
Chiusa ad ulteriori risposte.

Condividi questa Pagina