1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.
  2. Ai compagni fedeli alla linea ci servono ancora i vostri soldi... per il rinnovo del server. Grazie dell'obolo

  3. Famo partì sto fantacalcio. E' tempo di rosicare
  4. E' resuscitato il vecchio gdr Cyberpunk, controlla nell'Antro dei Nerd, barbone.
SoHead: Your perversion. Our passion.

GDR La virtù della pazienza

Discussione in 'GDR' iniziata da Balto, 05/08/2019.

  1. Balto

    Balto Ninja Skilled!

    Registrato:
    09/11/2011
    Messaggi:
    3.409
    Fritz von Carstein si recò presso la dimora del governatore di Kai Karzok, evidente lo stato di agitazione della popolazione mentre percorre le strade verso il palazzo.

    Una volta giunto nella sala, si rivolge all'uomo che amministra per conto del Duca

    "Governatore... è un piacere vederti. Ti ringraziamo per l'impegno profuso ma riteniamo i tuoi metodi un po'... retrogradi e troppo duri coi sudditi. Avrai udito del cambio di politica che il Duca ha richiesto nei confronti dei popolani, sì? Avrai notato che ha avuto devastanti effetti contro i sovversivi ed avvicinato Sua Grazia al popolo... mi chiedo dunque come mai qui, invece, le impiccagioni di chiunque non si trovi d'accordo con le tue disposizioni proseguano ad un ritmo allarmante"

    Fritz schioccò le dita all'indirizzo di un servitore

    "Tu, fai girare la voce che il Marchese di Finstermoor è giunto in città e desidera parlare personalmente con i nani anziani e i capi clan di Kai Karzok. Desidero udire la loro versione dei fatti e garantisco PERSONALMENTE per la loro incolumità. Chiunque torca loro un capello, sia egli nano, umano o qualsiasi altro essere bipede di Ea, se la vedrà con me, chiaro? Gehen sie, schnell!"

    Come era ragionevole supporre ci volle del tempo prima di aprire un canale di comunicazione con i caporioni della sommossa ma alla fine tre rappresentanti dei rivoltosi accetarono dietro salvacondotto, garantito personalmente da Fritz, di presenziare ad un incontro.

    "Salute a voi Lunghebarbe! Anzitutto, voglio ringraziarvi per aver accettato il mio invito. So che non deve essere stato facile per voi e vi ringrazio per il vostro gesto, spero che il nostro incontro possa essere fruttuoso.
    Da molti anni ormai, la guerra tra i nostri popoli è finita... eppure continuano in questa città le sommosse contro il governo centrale.
    Di certo, il qui presente governatore non ha contribuito in modo positivo alla faccenda: dopo tanti anni i malumori dovrebbero esser cessati come in tutte le altre province naniche dove oramai umani e nani vivono in armonia.

    Forse le ultime direttive di Sua Grazia in materia di politiche sociali non sono giunte a Sua Eccellenza il governatore ed a Voi Lunghebarbe... ho già ascoltato il governatore, vorrei ora sentire la vostra campana, prego... ditemi cosa vi impedisce di cessare le ostilità nei nostri confronti e se vi sono stati dei soprusi"


    "I nostri motivi di lagnanza sono ben noti" disse il capo della delegazione che, invariabilmente, era il nano più anziano "ma il vostro governo ha deciso di ignorarli anno, dopo anno, dopo anno. Sembrava che persino il fatto che le tasse non affluissero alla vostra capitale non fosse un fatto degno di nota" il nano scosse il capo tristemente "noi apprezziamo la politica di cui vi siete fatto promotore così come la misericordia che avete mostrato in molte occasioni. Speriamo sinceramente che la vostra presenza qui sia di buon auspicio. Il problema di base sono le tasse che vengono esatte nell'Ufficio presente qui a Kai Karzok e che rende inviso il vostro governo. Basterebbe chiudere quell'ufficio, in segno di buona volontà, per migliorare, e di molto, la situazione."

    "Signori, mi duole che pensiate che Voi, il Vostro pasese o il Vostro popolo non siano degni di nota per Noi. Al contrario, e se sono qui è proprio per dimostrarvelo. Purtroppo o per fortuna, il nostro Regno è grande e io o Sua Grazia il Duca, che io rappresento, non possiamo essere ovunque.
    Nella nostra posizione, dobbiamo poterci fidare delle persone... la maggior parte delle volte la nostra fiducia viene ricompensata, altre no
    -occhiata in tralice verso il governatore- comprendo le vostre istanze, Capiclan, ma vedete, quella struttura non è stata costruita da Sua Grazia: l'ufficio dell'esattore regionale è un edificio nanico, costruito dal vecchio Re Sotto La Montagna e che da generazioni insite su questo territorio: non vi ha mai dato problemi; non è questa la vera ragione del vostro malcontento... per questo motivo non trovo giusta nei confronti di Sua Grazia la Vostra richiesta.
    TUTTAVIA, ciò che ammetterò e che trovo invece corretto e fondato, è che da quando è Sua Eccellenza ad amministrare la regione, la severità e rigidità con la quale le tasse vengono raccolte è aumentata esponenzialmente... ho avuto rapporti di un numero di impiccagioni che rivaleggia con quello di Viserhad all'epoca delle epurazioni verso la Società della Luce... eppure non vedo alcuna società o elemento sovversivo qui... vedo solo degli Anziani del Clan giustamente preoccupati per il proprio popolo..."

    "Mio Signore, se solo potessi spie...."

    "NON HO FINITO... ECCELLENZA... inoltre, come hanno detto le Lunghebarbe qui presenti... non è giunto alcun soldo alla capitale... non lo trovate strano governatore? Non solo i soldi derivanti dalla presenza dell'ufficio dell'esattore regionale, ma neanche i soldi degli umani che da Sylvania si sono trasferiti qui e che, mi dicono, pagano regolarmente le tasse.
    Soldo alcuno giunge alla capitale, eppure le punizioni per chi non paga sono esemplari.
    Non lo trovate strano, Vostra Eccellenza? E Voi, stimati Anziani? Non trovate tutto questo singolare?"


    Fritz si avvicinò al governatore e lo squadrò da capo a piedi

    "Molto bella questa collana... riconoscerei la maestria degli artigiani nani ovunque..."

    "S... se a Vostra Signoria aggrada posso..."

    "Oro massiccio... e quello è proprio un bel rubino... sapete cosa penso, Eccellenza? Penso che siate un ladro... penso che abbiate derubato questa gente e usato violenza nei loro confronti solo perché vi hanno riconosciuto per ciò che siete... UN LADRO.
    Per il potere di cui sono investito, Io, Fritz von Carstein, Marchese di Finstermoor, Primo Cavaliere del Regno, Vi dichiaro sollevato dall'incarico. Non siete più il governatore di questo popolo... avete usato loro sufficiente violenza.
    Ora, io sono notoriamente misericordioso governatore..."


    "Oh grazie grazie Signore... sì... avete ragione... restituirò tutto e andrò via...."

    "FERMO! Io sono notoriamente misericordioso... voi avete derubato i vostri sudditi... passi... avete derubato Il Duca in tempo di guerra... passi... ma una guerra difensiva di sopravvivenza? E' singolare, non trovate? Io ho perduto la mia gente, non ho potuto proteggerla poiché ero altrove quando i Caduti si sono abbattuti su Schloss Drakenhof, combattevo per ordine del Duca mentre Voi eccellenza... Voi siete un codardo e un traditore della peggior specie! Voi derubate ed uccidete i vostri sudditi mentre bravi Sylvaniani muoiono per proteggerli! Voi siete feccia, governatore, non perchè derubate i nani o il Duca, siete feccia perchè sprecate il sommo sacrificio che i miei uomini, i miei soldati e il mio popolo indifeso hanno compiuto per voi!
    Loro sono morti per il popolo, per noi... spero siano in un posto migiore... Voi li raggiungerete nell'aldilà, spero possiate vedere i loro occhi e provare infinita vergogna prima di andare all'inferno!"


    Fritz afferrò l'uomo per la gola con la mano destra e lo sollevò di peso, tenendolo appeso in aria fino ad ucciderlo per soffocamento.

    "Vi chiedo scusa per i modi Lunghebarbe... occhio per occhio... io sono misericordioso verso i giusti e gli innocenti, ma non posso tollerare i traditori della patria... soprattutto dopo ciò che è successo in questi anni nelle mie terre.
    Quel verme era il vero motivo per il quale voi siete stati portati ad odiare Viserhad e sentirvi abbandonati, non l'ufficio delle tasse di cui voi stessi ricorderete la costruzione... ma Viserhad NON è quell'uomo... questo ve lo garantisco.
    Tornate ai vostri clan, Lunghebarbe, desidero indire un concilio dei Clan e dei maggiorenti umani ove verrà designato il nuovo governatore... un governatore che possa accogliere sia le istanze del vostro popolo che quelle degli umani.
    L'ufficio delle tasse resterà, come è sempre stato, ma vi garantisco che non sarete più vessati per le quote criminali che vi venivano imposte: pagherete quanto ogni altro normale ed onesto cittadino Sylvaniano ed i più bisognosi verranno aiutati dal Fondo che porta il mio nome, graziosamente concesso dal Duca Konrad. Per Voi è accettabile?"


    A parte l'esecuzione sommaria dell'ormai ex-governatore comunque le misure promesse sembravano accettabili e i tre si inchinarono in segno di rispetto.
    "Accettiamo la vostra parola" disse semplicemente il capo e si inchinò nuovamente.
    Per quanto cercassero di nasconderlo i tre nani erano impressionati: dei fratelli della dinastia regnante, Fritz era quello conosciuto come il più equilibrato e misericordioso, ma evidentemente anche lui aveva comunque la vena di follia dei Von Carstein.

    O forse, era semplicemente la dimostrazione che è vero il detto 'non c'è cattivo più cattivo di un buono che diventa cattivo'.
     
    A Dyolance, The Pony Killer, leafshield e 3 altri utenti piace questo elemento.
  2. Silen

    Silen Get a life

    Registrato:
    05/11/2010
    Messaggi:
    16.022
    (il role inizialmente era stato fatto in privato, ma era troppo bello per non pubblicarlo ^__^ )
     
    A Balto piace questo elemento.

Condividi questa Pagina