Diplomazia Galeotto fu il ragno...

Silen

Get a life
Dopo la visita, più proficua del previsto, ad Ysil, Shadi e la sua scorta ripresero la via del sud. Al posto di tornare direttamente in patria però la mercante guidò le sue compagne verso i confini del Marchesato del Loos: era un'ottima occasione per prendere contatto anche con l'ultima nazione nordica sorta dagli sconvolgimenti della prima grande ondata di inserruzioni di quattro anni prima.
Certo, in realtà erano presenti anche altre realtà sorte negli anni successivi, ma per raggiungere l'Awt-Nyota e Sargon sarebbe stato necessario avvcinarsi roppo a quella che di lì a poco sarebbe divenuta la linea del fronte della guerra fra Ysil ed il Protettore mentre il Tyr Tairngire e il territorio Skaven erano semplicemente troppo lontani e sarebbero stati forse la meta di futuri viaggi.
"Stessa procedura" disse alle soldatesse quando si approssimarono ai confini di Loos "è il primo contatto con questa gente quindi evitiamo di apparire aggressive senza motivo. Anche questa volta porterò io la bandiera bianca". Da quel poco che sapeva la nazione che stava per visitare era composta dai prigionieri di una colonia penale ribellatasi ed erano fortemente anti-imperiali. Le premesse per un colloquio amichevole quindi c'erano...il resto dipendeva da loro.

@Adamantio
 

Adamantio

Novice Spammer
Greenmill era una marca di confine.. lussureggiante. La pianura era costellata di ampi spazi alberati e le pochissime asperità del terreno erano lavorate alacremente dai cittadini residenti, a ben vedere un iniziale infrastruttura regionale formata da strade, passi e guadi sembrava lentamente prendere forma ed interessava inparticolar modo il fiume Xilo che serpeggiava fra quelle foreste; nulla sembrava ricordare il recente passato fatto di galeotti e reclusione. Il Gruppo fu presto intercettato da quella che sembrava essere, curiosamente, una pattuglia di Scout, non dunque una vera e propria "guardia di frontiera" ed un Eteride, probabilmente il capo del piccolo manipolo composto da 5 uomini intimò loro l'alt : <Alt, Stranieri! Siete nel territorio del Marchesato dei Loos, fatevi riconoscere e dichiarate le vostre intenzioni!>
La pattuglia aveva un atteggiamento assertivo ma non aggressivo, tanto che nessun arma fu loro puntata contro, quasi fossero più incuriositi che spaventate da quelle creature. Certo il fatto che avessero issato un drappo bianco poco sotto il loro stendardo e che questo non appartenesse in alcun modo al drappo imperiale, li "tranquillizzava" non poco.
 

Silen

Get a life
Shadi si sentì a sua volta rassicurata da quel tipo di approccio. Vigilante, come era lecito attendersi, ma non ostile; non chiedeva di meglio.
A sua volta scrutò con interesse le persone che aveva di fronte...sembravano più esploratori che guardie di confine, una bella differenza con la sua scorta che comrpendeva invece diverse guardie corazzate, ma questo poteva essere attribuito a usanze diverse...o forse al fatto che quelle terre erano pacifiche, cosa che la indusse a rilassarsi un altro poco.
"Veniamo in pace" esordì sfoggiando il suo sorriso 'commerciale' "Proveniamo dalla Tela Rossa e siamo reduci da una missione diplomatica presso i vostri vicini del Regno di Ysil con il quale abbiamo appena stabilito contatti diplomatici. Vorremmo fare lo stesso con il Marchesato di Loos ed è a questo scopo che siamo entrati nelle vostre terre. Vi saremmo grati se voleste scortarci presso...beh, qualunque delle vostre autorità abbia voglia di ascoltarci." concluse con quella che sperava essere interpretata come informale spigliatezza.
 

Adamantio

Novice Spammer
Gli esploratori piantarono le picche a terra, aprendosi a semicerchio davanti la missione diplomatica. <La Tela Rossa..> uno degli esploratori, un umano bofonchio qualcosa di incomprensibile alle spalle del capo pattuglia e questo non lo degnò di uno sguardo. <Una missione diplomatica dunque..> sembrò quasi sollevato che quel "determinato genere di cose" non lo riguardassero. Fece un gesto rapido con la mano e 2 eteridi si fecero avanti affiancandolo. <Due soldati vi scorteranno alla cittadina di River e da li nella regione di Phike, verrete ricevuti appena sarà possibile>.. era consapevole che quei nomi non suonavano familiari a Shadi ne alla sua scorta ma erano esattamente cuore del Marchesato dei Loos.

----------------

La strada verso River, la città capoluogo di Greenmill fu.. sorprendentemente veloce. Per quanto la scorta desiderasse tenere lontano le (troppe) paia di occhi di Shadi, un esercito non poteva di certo passare inosservato. Inquadrato in reggimenti, l'esercito del Marchesato marciava a ranghi compatti verso Sud (\\ scusate, errore mio, avevo scritto Nord, sbagliando u.u) formando un lungo, "pacifico" serpentone : impossibile comunque far spiccicare qualche "informazione" ai due Scout che scortavano la carovana della Tela Rossa.. Alla faccia delle terre.. "pacifiche" : ecco dunque che la presenza di "esploratori" era perfettamente logica al posto delle guardie di.. confine.

------------------

Rifocillati ed acclimatati nella cittadina di River furono scortati per la marca di Phike fino alla cittá di Loos, una frenetica cittá sorta senza badare ad un piano urbanistico unitario.. cinta da mura e architettonicamente simile ad una qualunque cittadina imperiale.. A Shadi e la sua scorta venne concesso di alloggiare per tutto il tempo necessario in un grande palazzo e le furono messe alle dipendenze come forma di "cortesia" alcune aracne che rivelarono di essere all'interno del marchesato un esigua minoranza comunque trattata con il rispetto e la dignitá dovuto a dei cittadini.
Quando verso l'ora di cena Shadi venne chiamata a presenziare la cena tenuta in onore degli ospiti la sala era imbandita, a capo tavola il posto a lei riservato mentre molti dignitari stavano prendendo posto.. fra questi, uno in particolare fissava l'aracne con interesse .. era Eloy Hill, il legato del Marchesato di ritorno dalla fallimentare.. esperienza presso i picchi nevosi ad ovest.. non sembrava in alcun modo turbato ed i suoi occhi scrutavano la nuova giunta.. <.. una Risvegliante della Tela fra noi.. benvenuta Shadi della Tela Rossa, prendete posto.. la vostra visita ci giunge, inaspettata ma.. lieta. Abbiamo molto da parlare.. da troppo tempo le relazioni fra i nostri rispettivi regni, sono improntate sull'ignoranza l'uno dell'altro.. e l'ignoranza porta alla diffidenza..> sembrava essere molto a suo agio, un buon padrone di casa.. <.. ci sono giunte notizie rassicuranti, sembra che alcuni Eteridi siano entrati di diritto nel vostro ceto nobile.. ciò ci rallegra, sono Eloy Hill, diplomatico del Marchesato dei Loos, perdonate se il viaggio è stato.. difficoltoso, la viabilitá non è stata ancora del tutto, ultimata.> Allargò appena le braccia e sorrise..
 
Ultima modifica:

Silen

Get a life
L'Aracne osservò con interesse lo snodarsi delle forze del Marchesato; a quanto pare la sua valutazione non era stata accurata e anche a Loos era imminente un intervento militare, forse nella stessa guerra che coinvolgeva Ysil. Shadi prese nota della cosa ma non fece domande.
Molto più interesse venne menifestato invece per le Orfane distaccate presso la delegazione; dopotutto prendere contatto con le loro parenti perdute era uno dei punti principali che avevano portato alla decisione di intraprendere quel viaggio verso nord. Shadi si intrattenne parecchio a parlare con le Aracne di Loos; come la maggior parte dei locali erano state spedite nella colonia penale un pò da ogni parte dell'Impero e quindi costituivano un curioso patiche, una serie di Ipairos in miniatura, ma sembravano essere tutte soddisfatte del fatto di essere libere e cittadine del nuovo stato.

La sera della cena Shadi fu un pò sorpresa di essere piazzata addirittura a capotavola forse per avere meno problemi di spazio pensò allegramente fra sè. In verità pur essendo di corporatura media per la sua specie, Shadi era piuttosto imponente per la scala delle razze umanoidi.
"Mi fate troppo onore, Eloy Hill" rispose con un cenno del capo "in verità sono una semplice mercante anche se in questa occasione mi è stata data facoltà di parlare in nome delle Grandi Anziane e delle Risveglianti che sono loro custodi, portavoce e interpreti. Il Consiglio pensa che io sia una delle persone più adatte alla diplomazia con le altre nazioni, forse perchè ritengono che una mercante sia in genere uno spirito più avventuroso" Shadi sorrise affabilmente "mi lusingo di pensare che tale fiducia nella mia persona non sia del tutto malriposta."
"Il viaggio non è stato poi così male"
in verità, ben pochi viaggi erano veramente difficoltosi per una Aracne i cui otto arti erano in grado di affrontare quasi ogni tipo di ostacolo "anche se ammetto di avere qualche difficoltà ad acclimatarmi alle vostre temperature nordiche. La Tela si stende in terre decisamente più calde di queste, e io sono originaria di Shurrakan vicino ai deserti meridionali." Shadi incrociò le dita all'altezza del mento in un gesto pensoso "Dite bene, l'ignoranza è la madre della diffidenza; il non sapere porta a fare molteplici congetture che spesso alla prova dei fatti si rivelano errate. Non vi nascondo che abbiamo esitato a lungo prima di inviare una missione a nord; ci era parso che la Tela non godesse di buon nome in questa parte di Ipairos." Shadi sospirò "Quanti danni provocano queste divisioni! Proprio perchè le nazioni del continente erano divise e discordi i Theofonias poterono sconfiggerle una a una. E la nostra sensazione, Eloy Hill, è che stiamo ripetendo tutti gli stessi errori...e pensare che ci sarebbero tante minacce che richiederebbero un fronte unito. I resti dell'Impero, i Minotauri, i cosiddetti 'guerrieri sacri' riyaasat...tanto per citarne alcuni." Shadi fece una pausa per rispondere alla successiva frase dell'eteride "Si, abbiamo incontrato un nutrito gruppo di vostri corraziali nella regione di Ailenea. Io non ero presente quel giorno ma mi è stato detto che hanno contrattato molto e duramente sulle loro condizioni di ingresso nella Tela e successivamente ho avuto occasione di conoscerne alcuni...per lavoro, capite. Gente decisa e intraprendente, siamo felici di averli al nostro fianco come Tessitori...cittadini direste voi, immagino. "
 

Adamantio

Novice Spammer
Quando l'invitata si sedette, Eloy prese posto come da usanza dall'altro capo del tavolo con un sorriso.. Fu il turno dei convitati e la cena iniziò. Vennero servite immediatamente brodi e zuppe calde, poi nel computo generale molta carne e poche verdure, ancor meno frutta per via delle difficoltà naturali che il nord poneva alla coltivazione di determinati cibi.
<Converrete con me che è un onere essere le labbra di uno Stato.. un onere che è pari solo al suo.. onore : Venite invero dalla parte opposta del continente ed ai vostri occhi questa cena, probabilmente sembrerà l'ennesima "etichetta" da dover rispettare. Mi scuso.> tacque appena per poi aggiungere <..Se è vostro desiderio, parlare della vostra terra natia.. Shurrakan e del deserto, di certo avrai la nostra curiosità e l'attenzione dei più anziani. La conoscenza è una merce preziosa ed impagabile.> ascolta il dire di Shadi e si strinse nelle spalle, stranamente sulla difensiva.. <.. La vostra nomea vi precede.. e sarò schietto, non nego che le voci sul vostro conto erano.. terribili. Ci sono giunte notizie dei vostri.. banchetti. Ebbene, non avete fatto tutto questo viaggio per essere giudicati da noi ne, ovviamente, darci spiegazioni. Ci piace pensare qui nel Loos che i vostri baccanali siano stati un unicum irripetibile ed il tempo sembra ci abbia dato ragione.. ne è prova che avete recentemente concesso a nostri corraziali di divenire vostri pari.. Tessitori.> sorrise con fare semplice <una notizia incoraggiante che ci consente nella nostra ottica di sperare in un futuro più "collaborativo".> sembrò pensoso <.. Le minacce che nominate sono tutte reali eppure qui nel Loos troppo lontane per essere "considerate imminenti", non nego tuttavia che sarebbe stolto, ignorarle. I Minotauri di Minos sono una preoccupazione fin troppo prossima ai confini occidentali di un nostro fidato alleato e di anno in anno la loro forza aumenta : Confido di poter mettere una buona parola. Certo.. conoscendovi più da vicino.> ci pensò su.. <.. Di certo uno scambio di reciproche ..conoscenze potrebbe giovarci l'un l'altro. Ovviamente la missione diplomatica che ci invierete avrà facoltà di transito e libero accesso in ogni parte del nostro regno, nonché un inviolabilità totale della persona, capirete che ci aspettiamo un eguale trattamento..>
 

Silen

Get a life
"Non potrei essere più d'accordo" disse Shadi annuendo "tutta la civiltà del Popolo della Tela è da sempre basata sulla ricerca e la conservazione della conoscenza, tramandata e resa eterna attraverso le Grandi Anziane." l'Aracne scosse il capo "Purtroppo molto è andato perduto durante la Caduta della Prima Tela. A volte mi chiedo cosa avremmo potuto fare se l'avvento dell'Impero non fosse mai avvenuto...ma sono pensieri oziosi purtroppo."
Shadi ascoltò con aria intenta il successivo discorso sulla nomea della Tela, facendo appena una smorfia "Vi pregherei di non definire baccanali quanto avvenuto dopo le Notti Gloriose" disse quando Eloy ebbe terminato "per come viene usato quel termine implica un comportamento sfrenato e bestiale oppure dissennato. Il Popolo della Tela non è nè l'una cosa nè l'altra." l'Aracne sospirò "Voi come anche altri del resto, in realtà biasimate soprattutto l'uso che abbiamo fatto dei corpi degli imperiali più che il loro destino ma io personalmente rimpiango solo il fatto che qualche individuo innocente sia stato travolto insieme a coloro che invece lo meritavano nella furia di quei giorni." l'Aracne fece una pausa per sorseggiare una bevanda "Naturalmente alcuni lealisti hanno presentato la cosa come se abitualmente noi Aracne consumassimo la carne di razze senzienti e inventato pittoresche storie riguardo gli eccessi che, a loro dire, avvenivano quotidianamente nella Tela. Ma, come voi stesso sembrate ben comprendere, la situazione era...unica. Non solo abbiamo accolto i vostri corraziali ma vi sono anche numerosi umani che vivono pacificamente nel territorio della Tela; abbiamo integrato i loro infanti superstiti dal flagello della pestilenza nella regione di Acheron e gli ostili del territorio di Azaleaf sono stati pacificati. Avendo creduto alla propaganda questi ultimi si aspettavano di essere sterminati fino all'ultimo quando abbiamo occupato la regione...cosa che ovviamente non è successa." Shadi scrollò le spalle "I colpevoli hanno pagato; non siamo interessati a compiere ulteriori inutili spargimenti di sangue; al contrario la Tela desidera espandersi attraverso la trattativa e il consenso ovunque sia possibile. Rivendichiamo solo il diritto di rappresaglia contro qualsiasi aggressione avvenga ai danni della nostra nazione o dei suoi inviati."
Shadi si mostrò interessata al successivo discorso dell'eteride e annuì "Il confronto e lo scambio di idee è certamente un ottimo modo di iniziare un proficuo rapporto come anche di approfondire la reciproca conoscenza in vista di ulteriori passi futuri. La Tela Rossa accoglierebbe con favore una simile proposta ed ovviamente la delegazione di Loos avrebbe tutti i privilegi normalmente garantiti ai diplomatici. Non vi nascondo che la Tela è in cerca di partner per la creazione di rotte commerciali anche se probabilmente al momento la distanza fra noi è ancora un ostacolo. Purtroppo Minos è una minaccia vicina e presente e la Tela ritiene prioritaria la necessità di rafforzarsi in vista di un eventuale futuro confronto."
 

Adamantio

Novice Spammer
Ascoltò con interesse il dire dell'aracne senza distogliere l'attenzione per un solo istante dalla sua figura : la stava studiando.. I gesti e le espressioni che questa esternava erano una fonte quasi inesauribile di "sorpresa" e sebbene il suo aspetto esteriore fosse di certo "esotico", quello che catturò più di tutto l'attenzione di Eloy fu il comportamento che ella aveva.

<Oziosi?> masticò quel termine cosi familiare, eppure alieno alla sua gente.. <.. I pensieri oziosi sono pensieri che noi, qui al Nord non possiamo concederci.. la nostra "vita" è..> cercò le parole giuste.. <..sorprendentemente animata.. un peccato che molti nostri simili l'abbiano trascorsa in catene : essere laboriosi ed avere cosi poco tempo a disposizione..> parve pensarci su.. <...> ma fu un attimo dal momento che Shadi parve prendere a cuore il discorso sui "baccanali", Eloy allungò una mano e.. <.. No, perdonatemi, come ho detto non era mia intenzione offenderla, ne che voi portaste spiegazioni a questa tavola ; non dovete e comunque avete dimostrato nel corso di questo lustro un comportamento.. ben diverso, riscattandovi dalle accuse che vi sono state mosse> sorrise e alzò un calice di sidro <.. qualora lo concediate, una missione diplomatica del Marchesato partirà alla volta delle vostre calde terre per rassicurarvi materialmente sul fatto che noi del marchesato intendiamo percorrere una strada di distensione nei rapporti diplomatici.> si strinse nelle spalle <La distanza è un problema secondario che potrà essere facilmente superato nel corso di alcuni anni.. Siamo concordi che la vera "problematica" siano i Minotauri, la loro forza e violenza..> sorrise
 

Silen

Get a life
L'Aracne sorrise a sua volta "Non datevi pena, Eloy Hill, per quanto l'argomento sia delicato non ho alcuna difficoltà a rispondere a eventuali domande. I primi giorni della nostra indipendenza furono difficili e furono prese decisioni difficili, in verità chiediamo solamente di essere considerate per quello che siamo, in maniera scevra da pregiudizi." Shadi scosse il capo con aria infastidita "Ma stò parlando di nuovo come se fossi sulla difensiva vero? Siate paziente amico mio, gli imperiali ci hanno trattate come mostri senz'anima per secoli e la cosa temo abbia lasciato un segno su chi come me ha vissuto sotto l'Impero per tutta una vita. I giovani cuccioli che stanno crescendo ora liberi sicuramente saranno meno complessati di me." la mercante sorrise di nuovo e fece un gesto come a lasciar cadere l'intera questione.
"Paradossalmente, ritengo che siano proprio i resti dell'Impero che ci stanno aiutando a tenere aperta una via verso nord. Per quanto possenti e proni a un comportamento aggressivo i minotauri non sembrano ansiosi di avvicinarsi troppo alla nazione che un tempo li rinchiuse nelle viscere di Daedalos. Per parte nostra stiamo cercando di contattare le regioni autonome ai confini di Minos per offrire loro di entrare nella Tela e unire la loro forza alla nostra; se i minotauri dovessero attaccarci ci troveranno ben preparate. Certo se si potesse trattare con Minos sarebbe una ottima cosa ma a quanto siamo venuti a sapere dagli Anapsi di una regione recentemente assimilata pare che quegli esseri uccidano a vista. Non osiamo tentare un contatto con questa premessa, voi capite, e non osiamo iniziare un conflitto senza essere certe di poter prevalere. Sarebbe davvero folle esaurirsi in una guerra contro Minos per poi dare al Riyaasat l'occasione di colpirci. E così...attendiamo, ci rafforziamo e cerchiamo l'amicizia dei nostri vicini." la mercante rimase pensosa per un istante "Abbiamo già avuto colloqui molto promettenti con Ysil, i viis sono una razza amichevole e hanno mostrato interesse a intavolare delle trattative...ma vi sarei grata se poteste parlare in nostro favore con i nani del Karaz Ankor che ahimè si sono mostrati assai più diffidenti."
 

Adamantio

Novice Spammer
<Maledetta sia Thronos e Maledetta sia l'autorità imperiale.> doveva essere un brindisi forse?.. Qualcosa del genere, sebbene non alzò neanche per un attimo il bicchiere. Lasciò cadere lo spinoso discorso e rispose <L'impero o ciò che ne rimane ha tutt'ora i possenti colossi : Per quanto coloro che abitano Minos possiamo definirli "bestie sanguinarie" l'istinto di sopravvivenza è alla base di qualsiasi essere senziente ed anche loro ne sono.. soggiogati per nostra "sfortuna". Logisticamente annettere le regioni a nord fra cuore dell'impero e Minos sarebbe un incubo militare.. sconsigliabile. Ho sentito dire invece che le regioni a Sud del fiume...> ebbe un incertezza nel tono di voce.. <.. Come è chiamato dalle vostre genti il fiume che vi divide dal Jayathi Riyaasat?>.. sospirò riprendendo il discorso <.. Quelle verso i caldi deserti del Sud sono regioni ricche di cibo e legname.. Utilissime allo sforzo bellico..> si fece lievemente più dubbioso.. <Avete senza dubbio interessi convergenti con i fratelli del Regno del Karaz-Ankor e potrei usare leve utili spezzando più di una lancia a vostro favore.. ma non solo con le parole si conquista la fiducia del Marchesato dei Loos ne tantomeno quella dei testardi Nani..> tacque.. <..Abbiamo gettato un seme forte a terra ma.. qui in queste terre disgraziate, molti sementi marciscono ed imputridiscono presto senza portare frutto.. ben pochi sono forti a sufficienza per sviluppare una vita che dia frutto : Lasciamolo sedimentare e vediamo se crescerà come ci si augura da entrambe le parti..> guardò la sua interlocutrice negli occhi.. <Invieremo fin da questo anno una missione diplomatica senza attenderci altro dal vostro regno in questa difficile situazione che state vivendo.. chiamiamolo.. investimento sulla fiducia, spero che porti i frutti che ci attendiamo..> alzò il calice questa volta per suggellare un "idea" di patto con Shadi e la Tela Rossa.
 

Silen

Get a life
"Le Grandi affermano che Il Popolo della Tela in passato chiamava quel fiume Kashiss. Non so quale sia il nome che usano le altre genti. Mi perdonerete se non tengo in nessun conto il nome assegnato dall'Impero" L'Aracne ascoltò attentamente le successive parole dell'eteride e annuì "Indubbiamente la fiducia non si costruisce in un giorno ma sono certa che il seme che abbiamo piantato oggi possa crescere forte e rigoglioso se adeguatamente curato" disse proseguendo la metafora di Eloy "Come ho detto la vostra missione diplomatica è quantomai gradita, vi attenderemo con ansia a Shurrakan." la mercante alzò a sua volta il calice e sorrise.

@Adamantio se sei d'accordo come primo contatto mi sembra vada bene, delle altre cose abbiamo già discusso in privato. Taggo anche @Enichaos per conoscenza
 
Alto