1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.
  2. Ai compagni fedeli alla linea ci servono ancora i vostri soldi... per il rinnovo del server. Grazie dell'obolo

  3. Famo partì sto fantacalcio. E' tempo di rosicare
  4. E' resuscitato il vecchio gdr Cyberpunk, controlla nell'Antro dei Nerd, barbone.
SoHead: se fosse un fiore, sarebbe la radice cubica di i.

1° Turno

Discussione in 'Archivio storico' iniziata da Rebaf, 21/02/2009.

Status Discussione:
Chiusa ad ulteriori risposte.
  1. Rebaf

    Rebaf Get a life Fantacalciaro

    Registrato:
    19/09/2008
    Messaggi:
    25.237
    Località:
    Bildungsroman
    A.D. 1145/1146

    N.B. qui sono riportate solo le notizie di dominio pubblico, per i risultati di altre vostre azioni dovete aspettare la scheda

    Regno d'Aragona

    Viene stipulato un trattato di alleanza sia militare che commerciale con il Regno di Castiglia, suggellando l'avvicinamento pacifico con l'altro grande regno cristiano della penisola iberica. Nel frattempo l'esercito aragonese si muove alla volta di Valencia, quella che viene chiamata l'Armata della Liberazione entra nella regione e in poco più di un anno riesce a conquistare campagne e città riportando Valencia nell'ecumene cristiano.

    Impero Bizantino

    Nella Roma d'Oriente è tempo di fermenti, dopo aver dichiarato una garanzia sull'indipendenza dei fratelli di fede serbi, georgiani e kievani, l'Imperatore dichiara guerra ai ribelli armeni della Cilicia che da qualche anno occupavano quelle terre. La seconda armata bizantina marcia verso la Cilicia capitanata da Andronico Ducas, la lotta è molto dura e i ribelli armeni non sembrano voler mollare tutto facilmente. Le cose, tuttavia, si mettono male per i ribelli quando una parte degli armeni decide di defezionare ed arrendersi ad Andronico. La città viene assaltata e saccheggiata, le campagne conquistate e nel Maggio del 1146 Andronico Ducas torna trionfate a Costantinopoli portando con sè un importante vittoria.

    Giudicato di Cagliari

    Mentre l'editto che ricompensa le famiglie dei soldati cagliaritani partiti per la Crociata crea spontanee manifestazioni di giubilio tra la popolazione, il giudice Costantino si dedica all'amministrazione dello stato, stipula un'alleanza sardo-genovese e tenta di avere un figlio da sua moglie Benedetta. Sfortunatamente l'età della moglie e un po' di sfortuna fanno fallire i tentativi di Costantino di avere un erede.

    Nel frattempo viene fatto anche un censimento che divide in curatorie le varie zone del giudicato permettendo al regno di avere maggiori entrate fiscali date da una conoscenza più approfondita del territorio.

    Regno di Castiglia e Leon

    Mentre il re è impegnato in Terra Santa nella crociata, in Spagna lo stato viene amministrato efficacemente. Mentre si rafforza l'esercito le truppe castigliane coadiuvano quelle degli alleati aragonesi nella conquista di Valencia che viene facilmente espugnata e riconsegnata alla cristianità.

    Un censimento viene approntato ed efficacemente realizzato dai burocrati del regno.

    Regno di Danimarca

    La politica colonizzatrice di Sven III ha efficacia, in Estonia vengono mandati dei coloni che, grazie anche agli accordi presi coi nativi, popolano la regione constenendone il suo ingresso nel patrimonio reale del regno.

    Grande gioia per il matrimonio tra il re e la nobile tedesca Edvige di Brandeburgo, un sontuosissimo banchetto viene approntato a Corte e per una settimana viene dichiarata festa nazionale per festeggiare il lieto evento. Sven, inoltre, decide di darsi subito da fare tentando di avere immediatamente un erede. La giovanissima Edvige soddisfa il suo re e dopo nove mesi, sul limitare del 1146 nasce un bel maschietto.

    La Danimarca firma inoltre il Patto del Nord suggellando un'alleanza con il resto dei regni scandinavi e del nord europa in genere.

    Comune di Firenze

    Il console Broccardo Bonati emana un editto sull'ordine pubblico grazie al quale, nel corso del 1145-1146, le violenze tra famiglie nobili diminuiscono fino quasi a scomparire. In tutta la città si cantano le lodi del console, soprattutto da parte del popolo minuto che non ne poteva più delle efferratezze criminali dei nobili fiorentini.

    Nel frattempo mentre i figli del console vengono educati, Broccardo tenta di avere un altro erede. Sul finire del 1146 sua moglie Bella gli da una splendida femmina.

    Repubblica di Genova

    Lo stato viene amministrato efficacemente, nel mentre Alina Embriaco e Guglielmo Mercenaro decidono di sposarsi con la benedizione della repubblica marinara tutta. Un successivo tentativo di avere un figlio, pero', fallisce. Un trattato di alleanza, poi, viene stipulato con alcuni regni sardi, il comune di Lucca e la repubblica astese. Genova, inoltre, si fa promotrice di un incontro tutto italiano per decidere gli equilibri della penisola italiana e, se possibile, cercare delle congiunture tra gli stati italiani in modo da essere più forti.

    Nel frattempo Goffredo Cozzi presenzia e guida i lavori di ammodernamento del porto di Genova che sul finire del 1146 finiscono rendendo il porto della città ligure uno dei più avanzati in Italia. [Una rotta commerciale in più per Genova]

    Regno di Georgia

    Mentre il Re è a Costantinopoli per incontrare l'Imperatore, in patria fervono i lavorativi per aumentare il livello tecnologico militare del regno. Nel frattempo alla corte di Tbilisi viene stipulato il contratto di matrimonio tra la principessa della famiglia reale Rusudan e il principe Jadaron, futuro re degli Alani, suggellando così la definitiva unione della corona georgiana con il popolo degli alani già da anni vassallo di Georgia.

    Un censimento, inoltre, viene effettuato efficacemente. Fallisce, invece, il tentativo per Jadaron e Rusudan di avere immediatamente un erede, un bambino nasce, è vero, ma si tratta di una splendida femminuccia tra il disappunto degli Alani che già prospettavano un futuro re di origine alana.

    Sacro Romano Impero

    Il rapimento di Corrado III getta nello sconforto tutta la nobiltà tedesca, suo fratello, comunque, gestisce saldamente la situazione e la situazione in Germania pare tranquilla. Nel frattempo Edvige di Brandeburgo viene mandata in Danimarca dove sposerà re Svenn III.
    L'esercito del Sacro Romano Impero inoltre si muove verso la Prussia, dopo aver recevuto il via libero dal Regno di Polonia, cominciando una prima penetrazione nel territorio pagano. La regione non è tuttavia ancora nelle mani dei tedeschi.

    Sul fronte interno, invece, ha grande successo il censimento grazie al quale le tasse aumenteranno.

    Regno d'Inghilterra

    La situazione in Inghilterra è ancora critica, nel biennio 1145-1146 pero' la situazione della guerra civile è ancora molto molto indecisa. Se Re Stefano tenta di mandare avanti le cose cominciando lavori di ampliamento di Londra e investendo molto nei settori tecnologici, sul continente la forza di Matilde è ancora salda e la figlia del precedente re non pare essere intenzionata a mollare tutto.

    Sembra che il tutto dipenda, inoltre, da cosa farà Roberto di Gloucester, il quale in questi due anni si è molto riavvicinato a re Stefano anche grazie alla notizia dell'impegno scozzese nel difendere la corona normanna di Inghilterra.

    Un censimento, inoltre, viene effettuato ed ha successo.

    Rus' di Kiev

    E' un biennio tranquillo per il Gran Principe, la Livonia viene facilmente conquistata con pochissime perdite e diventa ufficialmente una regione del principato. Nel frattempo un trattato commerciale crea un avvicinamento con i cattolici polacchi, si investe con successo nelle tecnologie e un censimento riesce a migliorare la conoscenza della corte del Gran Principe del suo ampio territorio.

    Regno di Norvegia

    Re Sigurd si dimostra un regnante lungimirante, dopo aver annesso pacificamente il Trondeland dimostrando un'abilità diplomatica decisament degna di nota, emana un editto sul dimezzamento delle tasse grazie al quale annulla quasi del tutto ogni possibile rimostranza della legittimità del suio regno. Il popolo lo adora mentre i suoi fidi uomini tengono a bada gli aristocratici norvegesi che ancora non guardano con favore la sua ascesa. Il successivo matrimonio di Sigurd con Lene, una giovane rampolla dell'aristocrazia norvegese, diminuisce ancora di più il partito contro Sigurd rendendo il successo del re norvegese quasi del tutto totale.

    Un censimento viene effettuato con effcacia, mentre Sigurd, nel 1146, può festeggiare la nascita di un figlio. L'erede tanto agognato è finalmente arrivato.

    Il Patto del Nord, promosso da Re Sigurd II è un successo diplomatico tutto del re norvegese che lega così in un'alleanza militare quasi tutte le nazioni del nord-europa.

    Repubblica di Pisa

    Mentre le navi di Pisa sono affidate a Venezia per le crociate, in patria la situazione degenera. Il console sembra essersi dimenticato di come si gestisce uno stato, una ribellione divampa nei quartieri più poveri della città e mette a ferro e fuoco la città. Il console si trova nella condizione di dover fuggire da Pisa e si rifugia, in esilio, a Siena mentre nella città il popolino, insoddisfatto dalla sua classe dirigente praticamente assente, ha praticamente assediato e conquistato il palazzo comunale della repubblica.

    La situazione è molto tesa, Pisa è in preda all'anarchia più totale.

    Regno di Polonia

    Il Gran Duca deve ancora fare fronte al rifiuto da parte dei nobili del riconoscimento del titolo reale, proprio per questo Ladislao emana un editto che consente ai nobili polacchi una maggiore partecipazione nella gestione della cosa pubblica. L'editto sembra avere l'effetto sperato dal Gran Duca, i nobili polacchi sono molto soddisfatti. In più il sacrificio del figlio di Ladislao in Terra Santa per salvare il Re di Castiglia ha infiammato gli animi dei polacchi che ora chiedono al più presto che venga mandata una lettera al papa per canonizzare e rendere santo il figlio di Ladislao. Nel 1146, comunque, l'assemblea dei nobili polacchi decide di riconoscere a Ladislao il titolo di re che, così, può finalmente diventare Re dei Polacchi e riprendere potere su alcune zone del paese che ormai erano, de facto, indipendenti.

    Inoltre un censimento viene effettuato efficacemente. Mentre trattati commerciali vengono stipulati con Scozia e Rus' di Kiev, l'esercito attacca la regione di Masuria cominciando un assedio passivo della Masuria dopo aver pulito le sue campagne. La vittoria pare scontata anche se l'esercito polacca, per ridurre le perdite al minimo, ha deciso di prendere la città per fame rendendo tutto il processo un po' più lento.

    Sul finire dell'anno, inoltre, Ladislao tenta di figliare senza, ahimè, successo alcuna. La Gran Duchessa, ora Regina, fallisce nel portare avanti una gravidanza perdendo il bambino al terzo mese di gravidanza.

    Regno di Portogallo

    Il neo-re portoghese sembra aver dimenticato ogni regola del buon governo non effettuando alcuna azione. Il risultato è che l'influenza dei Templari presenti in terra iberica soprattutto nelle coste atlantiche portoghesi, che già erano stati di grande aiuta nella conquista di Lisbona contro i musulmani, riescono a prendere il potere dichiarando decaduta la dinastia di re Alfonso I e creando lo "Stato Templare di Lusitania" sotto la diretta giurisdizione di un governatore nominato dal Gran Maestro dei Templari in persona.

    Contea di Savoia

    Biennio tranquillo per Savoia, passato tra l'educazione dei giovani pargoli, un censimento effettuato con successo e poco più.

    Regno di Scozia

    Un editto liberalizza i commerci eliminando ogni dazio, grande gioia per i commercianti scozzesi, la prendono un po' meno bene i burocrati delle frontiere che improvvisamente si trovano senza lavoro. Nulla di grave comunque.

    Viene effettuato un trattato con l'Inghilterra e uno con la Polonia, creando un forte legame di amicizia tra la Scozia e questi altri due regni, nel frattempo un censimento viene effettuato con successo mentre la Scozia entra a far parte ufficialmente del cosiddetto Patto del Nord.

    A corte, inoltre, arriva Wimund, grande navigante che pare aver deciso di mettersi alle dipendenze del re.

    Regno di Sicilia

    [Nota per Oghard: mi sono accorto solo ora che ti avevo mandato una scheda con dei dati un po' sballati della regione del tuo stato, nella scheda nuova troverai le percentuali corrette]

    Mentre Ruggero si intrattiene sempre più spesso con Idrisi, geografo arabo, dando anche adito a voci di una possibile relazione omosessuale tra i due (ma d'altronde si sa, gli eunuchi di corte sguazzano nel pettegolezzo fine a se stesso), la partecipazione alle crociate ha reso la minoranza musulmana delle provincie Siciliane sempre meno controllabile. Ruggero, che dai musulmani viene chiamato il Sultano Rujari, era sempre stato benvoluto dalla popolazione musulmana che lo considerava tollerante e, tutto sommato, giusto nei loro confronti. La partecipazione alla crociata ha alimentato il fuoco dell'estremismo di alcuni musulmani che ancora ora predicano la cacciata degli Altavilla e il ritorno alla Siqyllia islamica.

    Nel frattempo un censimento viene effettuato, il resto dei due anni viene passato tra l'educazione del figlio Guglielmo, l'ordinaria amministrazione del regno e l'emanazione dell'editto Iustitia Divina che ha il risultato di placare gli spiriti dei nobili della Campania e della Calabria ancora non troppo convinti a sottostare al potere degli Altavilla.

    Nel 1145, inoltre, poco prima che re Ruggero parta per la Crociata egli si sposa con la nobildonna Costanza della famiglia Aristippo. Non appena Ruggero parte, inoltre, è notizia che la giovane Costanza è già incinta. Nove mesi dopo, mentre Ruggero combatte per Edessa, nasce un bambino per la gioia di tutti.

    Regno di Svezia

    E' un biennio di grandi successi per la regina, dopo l'annessione pacifica dello Jamtland si prosegue con l'investimento tecnologico e l'educazione dei suoi giovani figli. Intanto anche la Svezia aderisce e si fa promotrice del Patto del Nord.

    Nonostatne quesi successi c'è anche un fallimento, il matrimonio tra Olena e il re di Scozia salta, pare che il re di Scozia si sia completamente dimenticato del suo impegno e quando la giovane svedese è arrivata in Scozia nulla era stato preparato affinchè il matrimonio potesse essere celebrato.

    Regno di Ungheria

    Tutto è tranquillo nella terra di Santo Stefano. Nel 1146, al compimento della maggiore età di Re Géza II, viene celebrato il suo matrimonio con la principessa kievana Euphrosyne. E' una festa grandiosa che tutti i nobili ungheresi ricorderanno per molti anni, anche il popoloi ne è soddisfatto grazie alla generosità del re, infatti, il pane viene distrubuito gratuitamente per un giorno interno.

    Nel frattempo lo stato viene amministrato tranquillamente e un censimento permette una conoscenza maggiore delle terre d'ungheria e un maggiore introito fiscale.

    Repubblica di Venezia

    Mentre il doge è via per la crociata, a Venezia la situazione si fa incandescente. Pietro Polano si dimentica di lasciare disposizioni circa l'amministrazione dello stato consentendo così alle sue famiglie rivali di aumentare la loro influenza. Attualmente i Badoer e i Dandolo controllano i consigli e sembrano avere sempre maggiore influenza, nessuna rivolta esplicita c'è ancora ma, dato il fallimento della Crociata, i Badoer e i Dandolo hanno emanato un editto per il ritorno immediato di Pietro Polani in patria affinchè possa essere destituito dalla carica di doge dopo i suoi fallimenti.

    Califfato Abbaside

    Il Califfo di Baghdad si fa promotore del trattato di Al-Ruha grazie al quale il pan-arabismo potrebbe diventare realtà, tutte le entità statali musulmane, infatti, si uniscono in un patto militare e commerciale che prevede l'aiuto reciproco e l'istituzione di una via commerciale che parti dal Marocco e arrivi sino ad Isfahan nel cuore dell'impero selgiuchide [Ogni regione attraversata dalla via, la quale sarà disegnata sulla prossima mappa, potrà avere una rotta commerciale in più].

    Sul fronte interno si procede tra l'educazione dei figli, investimenti tecnologici e matrimoni. Viene infatti ufficialmente ratificato il contratto di nozze tra il figlio del califfo Al-Mustanjid e Samira, una giovane nobile. Il Califfo stesso tenta, poi, di avere un nuovo figlio dalla sua terza moglie, l'intento riesce e nasce una bambina di una bellezza disarmante.

    Califfato Almohade

    Il Califfo almohade non perde tempo, dopo che Geb-Al-Tarik e la regione di Andalusia gli si sono spontaneamente arrese decide di proseguire nelle sue conquiste. Si mette a capo della prima armata e attacca la regione di Cordoba conquistandola con un azione lampo degna delle migliori menti militare musulmane. Nel frattempo la terza armata si sposta a Granada cominciando una prima invasione della regione, alla fine del 1146, comunque, la situazione non è ancora ben decisa e la regione non è ancora caduta in mani almohadi.

    Nel frattempo Averroè presiede ad una serie di investimenti in campo culturale ottimamente riusciti, nei territori Almohadi in due anni arriva infatti il fior fiore degli intellettuali islamici richiamati da questo giovane genio che si è messo al servizio del califfo berbero.

    Gli Almohadi aderiscono al Trattato di Al-Ruha.

    Regno Bulgaro del Volga

    Dopo l'impasse diplomatico con i Khazari i Bulgari del Volga decidono di passare all'azione dichiarando guerra ai turchi ebrei. La regione di Urkel viene immediatamente conquistata dall'esercito con a guida l'iltabar Mo'min, nel corso del 1146, pero', l'esercito khazaro raggiunge presso la regione di Saksiny l'esercito bulgaro dando adito ad una grande battaglia. L'esercito khazaro riesce a respingere i bulgari del volga che devono così ripiegare nella regione appena conquistata di Urkel.

    Sul fronte interno, mentre la guerra infuria a sud, a Bolgar la consorte dell'iltabar da alla luce una splendida bambina mentre suo marito è al fronte a combattere i turchi ebrei. Un censimento viene effettuato con successo.

    Il Regno Bulgaro del Volga aderisce al Trattato di Al-Ruha ad esclusione della parte commercialie [non appena potrà investire le monete convenute allora entrerà a far parte anche della via commerciale]

    Califfato Fatimide

    E' un grande biennio per i Fatimidi, dopo un periodo di buio il nuovo imam pare incarnare un nuovo corso per gli sciiti d'Egitto. Mentre manda aiuta militare agli Zengidi per proteggerli dall'arrivo dei Crociati in Terra Santa, l'imam, inoltre, decide di prendere moglie e si sposa con la giovane Thana Salim.
    La città di El-Cairo, inoltre, viene ampliata con successo rendendola la nuova splendida capitale del califfato.

    Nel corso del 1146, inoltre, l'imam ha un figlio dalla sua nuova moglie. Si tratta di un bambino un po' gracile ma molto sveglio.

    I Fatimidi aderiscono al trattato di Al-Ruha nella sua totalità.

    Sultanato Selgiuchide

    Mentre lo stato viene con successo amministrato, lo scià si ritrova a dover intervenire in Terra Santa per evitare che i cristiani possano sconfinare nel suo territorio.
    Intanto un trattato commerciale viene ratificato con il Regno di Georgia in modo che i futuri scambi commerciali tra i due stati possano essere più efficaci.

    Nel 1146 viene anche felicemente celebrato il matrimonio tra lo scià e Parvaneh, bellissima figlia di Umar della famiglia iraniana dei Khorasani sacendo così la felice unione tra l'elemento turco e quello iranico all'interno del sultanato. Il successivo tentativo di generare un erede riesce perfettamente, nasce un bambino che consentirà la felice prosecuzione della dinastia selgiuchide.

    I selgiuchidi aderiscono al trattato di al-Ruha nella sua totalità.
     
Status Discussione:
Chiusa ad ulteriori risposte.

Condividi questa Pagina