1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.
  2. Ai compagni fedeli alla linea ci servono ancora i vostri soldi... per il rinnovo del server. Grazie dell'obolo

  3. Famo partì sto fantacalcio. E' tempo di rosicare
  4. E' resuscitato il vecchio gdr Cyberpunk, controlla nell'Antro dei Nerd, barbone.
SoHead: secondo voi chi ha fatto uccidere Gheddafi?

[Timurania] Una visita cordiale

Discussione in 'GDR' iniziata da Tzasstan, 17/05/2019.

  1. Tzasstan

    Tzasstan Lonely Fapper

    Registrato:
    21/01/2019
    Messaggi:
    50
    Il vento soffiava portando alle narici del viaggiatore illiro l'aroma della salsedine, tipico delle regioni marine. Il tempo stava cambiando, non solo la stagione con l'inverno che stava lasciando il passo alla primavera, ma anche i tempi di pace che stavano lasciando spazio alla guerra. Creta bruciava e presto, per mano di Rankor o no, tutto il resto della Grecia lo avrebbe fatto. Era tempo di raccolta per il possente Ares, e più passavano i giorni più Bogdan, l'Oratore di Timurania, temeva che il suo lavoro sarebbe diventato sempre più inutile. Parlamentare era un attività superflua sul campo di battaglia, o almeno questo era quello che il Tiranno di Timurania credeva.
    Deprimente per Bogdan, ma del resto non si parlava ancora in corte di licenziarlo, quindi finchè veniva pagato tutto andava bene. Inoltre, per parafrasare Rankor, la sua missione era l'occasione per mettersi alla prova. Al momento il Tiranno era impegnato altrove, con sommo dispiacere delle giovani cretesi sicuramente, e non aveva tempo per discutere coi suoi vicini della loro annessione, ed è qui che entrava in campo Bogdan: dare a Rankor la regione senza dover impegnare l'esercito di Timurania. Mostrare la forza delle parole giuste al Prescelto di Ares.

    @giobia86

    Ruolata per l'annessione del Territorio 30
     
  2. giobia86

    giobia86 Spammer

    Registrato:
    23/12/2018
    Messaggi:
    999
    Dopo aver camminato a lungo Bogdan (che suppongo spachi botilia) si ritrovò a camminare lungo un viale, circondato da biondi campi di grano, in lontananza, una grossa struttura, un casolare di campagna tutto bianco con una ruota da mulino che era mossa da un ridente e gorgogliante ruscelletto.
    I campagnoli della regione, illiri anch'essi come riconobbe, si mostravano felici e affabili, e, indaffarati nelle loro faccende nei campi, gli diedero indicazioni, al grande casolare bianco avrebbe trovato il signore di quelle terre, il benedetto da Demetra, Antero del clan Barsabas.

    1: chiedi un po che tipo sia Antero Barsabas del casolare bianco con ruota
    2: ti dirigi immediatamente li senza perdere altro tempo
     
  3. Tzasstan

    Tzasstan Lonely Fapper

    Registrato:
    21/01/2019
    Messaggi:
    50
    La gente di quel posto era...strana. Sembrava quasi che gli dei si prendessero gioco dei mortali mettendo questa scenetta idlliaca appena a due passi dal confine di Timurania. Nel senso, quella gente era stucchevole anche per gli standard di Bogdan, che sebbene non fosse un violento in sé per sé non era neanche un felice contadino mollaccione. Inoltre per aggiungere danno alla beffa, il signore di quelle terre era Benedetto da Dementra, un tale Antero...il nome non gli diceva nulla, ma il fatto che la dea Demetra gli sorridesse era preoccupante. Del resto era a malapena passato un anno da quando Rankor aveva sconfitto il mitico Cinghiale e cotto la sua carcassa sull'altare di Ares.

    "Devo dire che non mi aspettavo di trovare così tanta cordialità così lontano da Timurania, non male il vostro mulino. Il bianco gli dona molto. Ma dimmi, zappaterra, che mi puoi dire sul tuo signore?"

    Opzione 1
     
    Ultima modifica: 17/05/2019
  4. giobia86

    giobia86 Spammer

    Registrato:
    23/12/2018
    Messaggi:
    999
    "Antaro Barsabas? oh buon viaggiatore, è buono e giusto, si dice che pochi uomini al mondo siano belli quanto lui ma che nessuno mai lo abbia superato nell'arte della seduzione, molti anni fa preparò dei biscotti per la dea Demetra e lei, vedendolo prepararli, se ne innamorò perdutamente, da allora gli ha concesso un oracolo, una gallina chiamata Rosellina con cui lui può parlare e che gli riferisce i messaggi della dea"

    A te
     
  5. Tzasstan

    Tzasstan Lonely Fapper

    Registrato:
    21/01/2019
    Messaggi:
    50
    La storia sembrava...poco plausibile. Ma del resto di cose folli ne aveva viste durante la sua vita, e se le voci riguardo l'oracolo gallina erano vere...beh, il Sommo Rankor avrebbe apprezzato di sicuro un dono di tale portata. Ovviamente premurandosi prima di fargli capire che la gallina non era una delle sue portate. Un possibile mal di testa, ma i vantaggi di avere un oracolo personale era una prospettiva troppo esaltante per Bogdan.
    Arrivò dopo poco tempo a quello che sembrava essere il mulino principale, o il palazzo del signore delle terre...un bizzarro misto fra rustico e regale, di pietra bianca come la virtù di una fanciulla cretes...brutto esempio effettivamente, forse più come una fanciulla di Euryphaessa.
    Guardie, se ce n'erano, probabilmente erano nascoste, ma il profumo di pane appena sfornato, il suono di una piacevole musica suonata da chissà quale menestrello mise Bogdan di buon umore. I ricordi della sua vita da fanciullo riempirono la sua mente, i valori di un tempo, le gallette della nonna, le vergate del padre a lui e a sua madre, e come dimenticare il suo tutore un po' troppo affettuoso...certo, Bogdan sapeva che il tutore greco lo faceva solo perché gli voleva bene, ma tuttavia il tentato rapimento lo aveva stranito. Ma del resto un motivo c'era se suo padre aveva deciso di ridurre l'altezza del suo maestro di oratoria di circa una testa.

    "Porgo i miei saluti ad Antaro Barsabas, vengo per incontrare il vostro signore e portargli nuove notizie da oltre al mare"
     
  6. giobia86

    giobia86 Spammer

    Registrato:
    23/12/2018
    Messaggi:
    999
    <3 ma quanto è merda timurania?

    Bogdan si fermò appena oltrepassata la soglia, un uomo di circa trent'anni e decisamente di bell'aspetto stava impastando, l'uomo sollevò lo sguardo, i sriccioli corvini gli ballarono brevemente davanti agli occhi, profondi e neri come l'oceano di notte, la bocca carnosa e sensuale aperta in un invitante sorriso.
    "Benvenuto estraniero...aspeta un atimo...finisco questo e poi ti facio asagiare qualcossa" la voce un sussurro basso e sensuale che fece vibrare le ossa della schiena di Bogdan con un brivido caldo.
    Dopo aver appoggiato la mano su della farina schiaffeggiò con un solo colpo secco la massa pastosa e poi la stese col sapiente tocco dellartista, le sue mani si muovevano come un pennello delicato sulla pasta.
    "perfeto, ora lasciamola rriposare"
    Lo strano accento, forse un difetto di pronuncia, non facevano che aumentare il calore della dolce melodia della sua voce.
    Prese un biscotto dallo strano colore violaceo e lo intinse in un composto dorato e lucido che lo glassò all'istante
    "biscoto al mosto dolce espeziado, con glasa de buro y miele, la mia ultima creazione...asagia"
    Si avvicinò a Bogdan tenendo il biscotto all'altezza del suo volto, quasi a volerlo imboccare mentre l'altra mano, calda e rassicurante si poggiava sulla sua spalla...il profumo del biscotto appena fatto e caldo si mischiava con quello del burro, se Bogdan avesse anche solo aperto la bocca era sicuro, quell'intingolo gli avrebbe fatto percepire per un istante la vera essenza del divino.

    A te

    madonna quanto è cringe
     
    A Enichaos piace questo elemento.
  7. Tzasstan

    Tzasstan Lonely Fapper

    Registrato:
    21/01/2019
    Messaggi:
    50
    Bogdan di solito era un uomo cauto e non uno da farsi incantare dal primo sconosciuto. Di sicuro aveva sentito di storie di figure mitologiche, come i satiri, che dedicavano la loro vita al rapimento di uomini e donne per portarli a vivere nei boschi. Ma questo uomo, almeno apparentemente, non sembrava un devoto di Dioniso. Piuttosto un bizzarro devoto di Demetra...e il biscotto aveva davvero un odore invitante.
    Bogdan fece due passi indietro, staccandosi dall'uomo e prendendo il biscotto dalla sua mano.

    "Vi ringrazio, Antaro Barsabas. Vengo dalla vicina Timurania per conto di Rankor il Devastatore, il Flagello di Creta, colui che ha dipinto di rosso le strade di Knossos. Mi manda qui per discutere di un annessione pacifica della vostra terra sotto l'ala protettiva del nostro regno. Vivete in una così bella terra e producete un cibo dall'aspetto così invitante, il Sommo Rankor apprezzerebbe di sicuro potervi chiamare fratello"

    Una piccola bugia, ma non del tutto falsa, contando che il Tiranno di Timurania avrebbe sicuramente apprezzato biscotti dall'aspetto così invitante da accompagnare ad una buona tazza di latte di capra. Bogdan diede un morso al biscotto per togliersi la curiosità riguardo il suo sapore.
     
  8. giobia86

    giobia86 Spammer

    Registrato:
    23/12/2018
    Messaggi:
    999
    Bogdan fu tramortito da un'esplosione di sapori intensa e delicata al tempo stesso, perfetta nella sua semplicità eppure nuova nei suoi complessi e accurati abbinamenti.

    "perchè dovremo farci anetere? non abiamo problemas con voi"
    disse allontanandosi Antaro per poi rivolgersi ad una gallina che intanto era saltata sul tavolo a beccare la farina
    "vero RRoselina?"
    la gallina aveva lo sguardo tipico che hanno i polli quando vengono interpellati nelle questioni di stato, calmo e noncurante, petto in fuori e testa in alto
    bogdan capì che doveva fornire qualche motivazione in più per convincere la gallina e il suo ospite e non essere congedato con un secco "Bokò!"
     
  9. Tzasstan

    Tzasstan Lonely Fapper

    Registrato:
    21/01/2019
    Messaggi:
    50
    Un sapore...divino. Ora capiva che il fatto che quell'uomo venisse definito un prescelto degli dei non era solo una voce da taverna. Con il dorso della mano Bogdan si tolse una lacrima dall'occhio, generata dalla nostalgia di un tempo più semplice. Non era il momento dei sentimentalismi però, era il momento di lavorare. E non sembrava che l'impresa sarebbe stata facile, contando che l'uomo era in contatto con una gallina probabilmente magica. Il tipo peggiore di animale di fattoria con cui avere a che fare.

    "Due sono i motivi principali per accettare di annettervi. Perché la Grecia sta diventando un luogo pericoloso. La spada della guerra pende sulla testa di tutti noi e questo angolo di paradiso rischia di essere soffocato dall'acciaio e dal sangue. Timurania crede nei sapori del passato e vuole proteggere tutto ciò. Ma non solo, le leccornie che producete qui devono essere diffuse nel mondo. Il vostro mangiare sano, senza sacrificare il gusto deve essere diffuso."

    Bogdan si rivolse verso il pollo Roselina.

    "Sono sicuro che il divino oracolo di Demetra queste cose le ha già viste"
     
  10. giobia86

    giobia86 Spammer

    Registrato:
    23/12/2018
    Messaggi:
    999
    "ma ssolo questo no è sufisiente...potrei acetare ma quero esere cuoco de corte, y volio una cità qui, e roselina vuole un tempio costruito para Demetra"
     
  11. Tzasstan

    Tzasstan Lonely Fapper

    Registrato:
    21/01/2019
    Messaggi:
    50
    La prima risposta che vennne in mente a Bodgan era qualcosa sulla falsa riga del "Grazie e arrivederci, ci faremo sentire con il nostro bronzo nelle vostre carni" ma prendendosi un attimo per ragionare venne in mente una cosa all'illiro. Accettando le sue condizioni avrebbe avuto dalla parte di Timurania non solo un grande cuoco, ma anche un potente oracolo di Demetra.

    "Le vostre sono richieste accettabili. Ma tuttavia devo chiedervi una cosa. Si dice che Roselina sia un oracolo devoto alla dea Demetra. Avete modo di dimostrarlo?"
     
  12. giobia86

    giobia86 Spammer

    Registrato:
    23/12/2018
    Messaggi:
    999
    non solo un cuoco, un eroe, un prescelto di demetra di cui va pagato il costo

    "beh Demetra parla con me, come poso dimostrare que parlo con la mia amata?"
     
  13. Tzasstan

    Tzasstan Lonely Fapper

    Registrato:
    21/01/2019
    Messaggi:
    50
    Che un oracolo non sapesse come dimostrare la sua preveggenza se non con una domanda precisa era sospetto, ma del resto questo dava la possibilità a Bogdan di chiedergli qualcosa che solo lui e pochi altri sapevano.

    "A Demetra io chiedo, chi è Konrad e dove si trova ora. Se la divina parla tramite voi non dovreste avere problema a sapere questa cosa"
     
  14. giobia86

    giobia86 Spammer

    Registrato:
    23/12/2018
    Messaggi:
    999
    "konrad è nell'ade, è muerto con el megolith I" (questa era la versione che mi avevi dato)
     
  15. Tzasstan

    Tzasstan Lonely Fapper

    Registrato:
    21/01/2019
    Messaggi:
    50
    Ci fu un attimo di silenzio...poi un sorriso.

    "Solo gli dei possono sapere quello che deve rimanere segreto per sempre. Il vostro accordo è vantaggioso e Timurania lo accetta"
     
  16. giobia86

    giobia86 Spammer

    Registrato:
    23/12/2018
    Messaggi:
    999
    ok si procede al tiro, giocata conclusa, metti le azioni in scheda
     

Condividi questa Pagina