1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.
  2. Ai compagni fedeli alla linea ci servono ancora i vostri soldi... per il rinnovo del server. Grazie dell'obolo

  3. Famo partì sto fantacalcio. E' tempo di rosicare
  4. E' resuscitato il vecchio gdr Cyberpunk, controlla nell'Antro dei Nerd, barbone.
SoHead: la comunità con il cazzo in mano

Riunione pubblica Seato 2017

Discussione in 'SEATO' iniziata da Redual, 12/03/2010.

  1. Redual

    Redual Brontolo

    Registrato:
    27/09/2008
    Messaggi:
    7.031
    L'annuale riunione aperta ai media del SEATO, celebrata a febbraio nella città di Bangkok, si apre con un clima pesante e in un palpabile stato di tensione.

    L'ingrato compito di aprire l'incontro è stato preso direttamente dal Primo Ministro Australiano Benson Taylor, nelle settimane passate c'è stato molto fermento in tutta l'area Seato per questo discorso, il primo commento ufficiale di un membro del governo dopo l'invasione Cinese di Taiwan e la rottura diplomatica con Pechino.


    "Amici, colleghi, alleati, come sapete oggi sono qui innanzi a voi a parlarvi per l'apertura dei lavori per mia espressa volontà.

    Gli ultimi mesi, gli ultimi accadimenti e gli eventi che si sono e si metteranno in moto, sono per me un motivo di grande preoccupazione e di profondo turbamento interiore.
    Ovunque si volga lo sguardo si vedono guerre, colpi di stato, e veri e propri massacri, il mondo come lo conosciamo oggi sembra essere sul baratro di una terribile nuova era di violenze.

    Negli ultimi anni abbiamo lavorato al fine di spingere per una normalizzazione della vita politica ed economica della nostra area geografica, per scongiurare il ritorno ad una situazione di eterna incertezza.
    Fino ad oggi abbiamo mosso i primi passi, passi nella giusta direzione, ma abbiamo visto tutti cosa è accaduto e non possiamo chiudere gli occhi e ignorarlo.

    La violenta e ingiustificata operazione di guerra messa in atto dalla Repubblica Popolare Cinese verso l'isola di Taiwan getta una lunghissima ombra su tutto il Sud-Est Asiatico e ci rende consapevoli delle efferatezze e dalle azione improvvise e violente capaci da questa nazione.

    Il pericolo, tuttavia, non giunge solo dal fuori, i governi che appoggiano una tale linea di condotta sono vicini a noi, in mezzo a noi.
    Non mi dilungo a fare nomi, ma li conosciamo.

    Davanti a questo scenario dalle tonalità tetre, tuttavia, ognuno di noi ha un obbligo morale dinnanzi al proprio popolo e a ciò che rappresenta, porre una forte opposizione a fronte di queste minacce.

    Io oggi qui dinnanzi a voi riaffermo ciò che due anni fa' già vi promisi, Il Commonwealth dell'Australia non si lascerà intimorire da queste prepotenze nè oggi, nè domani, nè mai.
    Siamo pronti ad agire con inaudita forza e con tutti i mezzi a nostra disposizione per difendere ogni paese del SEATO da qualsiasi aggressione diretta ed indiretta da queste nazioni nemiche della pace!"


    Il programma della riunione segue con una riunione privata ed varie incontri a due.
    Invitata dal governo Australiano a Bangkok anche una delegazione Vietnamita ufficialmente per incontri diplomatici relativi solamente alle due nazioni.
     
  2. Space Monkey

    Space Monkey IL PARTITO TI OSSERVA

    Registrato:
    20/09/2008
    Messaggi:
    29.675
    Località:
    Lubjanka
    I delegati Vietnamiti non partecipano all'assemblea.
     

Condividi questa Pagina