1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.
  2. Ai compagni fedeli alla linea ci servono ancora i vostri soldi... per il rinnovo del server. Grazie dell'obolo

  3. Famo partì sto fantacalcio. E' tempo di rosicare
  4. E' resuscitato il vecchio gdr Cyberpunk, controlla nell'Antro dei Nerd, barbone.
SoHead: è come quella persona che ha 48 amici in comune con tutti i membri della tua cricca, ma che non hai mai visto.

Riunione annuale SEATO e proposta fondazione ente economico ASEAN

Discussione in 'SEATO' iniziata da Redual, 15/02/2010.

  1. Redual

    Redual Brontolo

    Registrato:
    27/09/2008
    Messaggi:
    6.985
    Nel mese di marzo viene fatta la riunione annuale dei paesi aderenti al Seato, il giorno seguente, parzialmente a sorpresa, viene organizzato dal governo Australiano a Sydney un incontro per progettare la fondazione di un entità economica unita nel sud-est asiatico, l’invito viene mandato privatamente a tutti i paesi aderenti al SEATO (Nuova Zelanda, Regno di Thailandia, Repubblica delle Filippine, Malesia, Stato Indipendente della Papua Nuova Guinea, Isole Marshall, Repubblica di Nauru, Palau, Isole Solomon, Repubblica di Kiribati e Stato Indipendente di Samoa) e ai governi del Vietnam e di Singapore, caldeggiando la presenza dei rispettivi ministeri economici, oltre alla normale delegazione del governo.

    Durante la riunione pubblica del SEATO vengono mostrati, in maniera generale, dal governo Australiano i vari problemi nel panorama del Sud-est asiatico causati dai guerriglieri nei paesi aderenti al trattato o immediatamente confinanti, sottolineando principalmente le volontà rivoluzionarie e separatiste.
    Viene inoltre paventato dal ministro White il rischio di insurrezioni o emulazioni rivoluzionarie che vari gruppi separatisti potrebbero intraprendere a causa di politiche lascive o accomodanti verso guerriglieri che intraprendono la via della forza ove i diritti democratici sono totalmente assicurati.

    Il Ministro White a fine riunione assicura tutti i membri del SEATO che il Commonwealth d'Australia in forza degli articoli 5 e 6 della carta costitutiva farà tutto ciò che è in suo potere per assistere nel miglior modo possibile i propri alleati contro qualsiasi nemico e mandante.

    Terminata la riunione pubblica aperta alla stampa segue la riunione privata del SEATO e incontri individuali tra i vari paesi membri.




    Il giorno successivo è stato organizzato a Sydney un meeting per proporre la fondazione di un organismo economico internazionale dei paesi del sud-est asiatico chiamato ASEAN.

    All’incontro viene proposto, per i paesi aderenti all’organizzazione, l’annullamento dei dazi doganali, una diminuzione dei controlli doganali per le merci, la semplificazione burocratica e incentivi per le aziende dei paesi membri che intendono entrare nei rispettivi mercati.
    Inoltre viene proposta la creazione di un fondo monetario interno all’organizzazione mirato al sostegno e allo sviluppo delle situazioni sociali ed economiche più difficili dei vari stati aderenti.

    Il Ministro dell'Economia Australiano Woody Brown al finire della presentazione della proposta Australiana tende ad enfatizzare e sottolineare la volontà e l'impegno Australiano nel mantenere liberi ed espandere egualmente tutti i mercati del Sud-est asiatico, mercati appoggiati a governi tra di loro amici e garantisti della più totale indipendenza poltica priva di pressioni economiche, garanzia che può solamente giungere da un accordo forte tra nazioni con medesimi obbiettivi, medesime tradizioni e medesimi problemi.
     
  2. Space Monkey

    Space Monkey IL PARTITO TI OSSERVA

    Registrato:
    20/09/2008
    Messaggi:
    29.675
    Località:
    Lubjanka

Condividi questa Pagina