1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.
  2. Ai compagni fedeli alla linea ci servono ancora i vostri soldi... per il rinnovo del server. Grazie dell'obolo

  3. Famo partì sto fantacalcio. E' tempo di rosicare
  4. E' resuscitato il vecchio gdr Cyberpunk, controlla nell'Antro dei Nerd, barbone.
SoHead: l'uscita del n00b dallo stato di minorità che egli deve imputare a sé stesso. (I. Kant)

Evento La Malattia dell'Albero

Discussione in 'GDR' iniziata da Silen, 09/04/2018.

  1. Silen

    Silen Get a life

    Registrato:
    05/11/2010
    Messaggi:
    15.453
    Man mano che l'inverno cede il passo alla primavera, le driadi che si sono addossate il compito di essere le Custodi dell'Albero della Vita sono sempre più irrequiete. Negli ultimi anni il grande albero che secondo le credenze delle creature silvane è nientemeno che il Primo Albero e la fonte prima della vita su Ea msotra die ssere afflitto da un male oscuro; la sua vitalità inesauribile sembra perdere vigore anno dopo anno, il Rinnovo, ovvero il momento in cui sbocciano le gemme delle prime foglie dopo il legargo invernale, avviene sempre più in ritardo e sempre più spesso vengono trovati rami secchi e morti laddove per secoli e millenni ogni cosa era ed è sempre stata verde e rigogliosa.

    Molti sono stati i tentativi di comprendere il motivo di questo cambiamento, cosa stia influenzando l'Albero della Vita in maniera così negativa; ma i tentativi sono falliti e le Custodi sono ormai costrette ad ammettere che da sole non sono in grado di capire quale sia la natura del male che ha colpito l'Albero.
    Nei primi mesi del 3944 finalmente una delegazione delle Custodi si reca dalla regina cassandra Camatero per chiedere l'aiuto di tutte le driadi per risolvere questo misero...

    (E qui entri in ballo tu @leafshield non ti dò delle scelte in questa occasione poichè non è chairo quale sia il problema; puoi agire da solo o anche chiedere l'aiuto di altri giocatori a tuo piacere.)
     
  2. leafshield

    leafshield Lonely Fapper

    Registrato:
    30/03/2018
    Messaggi:
    58
    Cassandra Artemis Euridice Crisopelea

    Era una piovosa mattina primaverile nel Reame Spriggan, una viaggiatrice solitaria cavalcava sulla via verso Eirenopolis. Rapida e risoluta si addentrò nella città e smontò dinanzi al palazzo, una guardia le si avvicinò ma un breve gesto e poche parole risolsero la questione. Le due non persero tempo e corsero all'interno del palazzo, la guardia incrociò una sua superiore e in breve fu lei a scortare l'ospite sempre correndo; seguendo questo schema, la viandante cambiò più volte compagnia, sino a quando non venne scortata a una stanza isolata e fatto cenno di entrare.

    La stanza era piccola e spartana, al centro su un semplice masso sedeva la Regina Eterna, Cassandra Camatero: Benvenuta sorella, cosa ti porta qui? disse quest'ultima cercando di mascherare la preoccupazione nella sua voce, erano giorni che sentiva aleggiare un infausto presagio nell'aria. La messaggera ansimante porse una pergamena sigillata alla regnante, Cassandra tentennò un attimo, poi afferrò il messaggio e lo lesse in silenzio.
    Il voltò della driade sbiancò, la missiva era breve ma il suo contenuto terrificante: l'Albero della Vita era afflitto da una malattia sconosciuta e le guardiane non erano riuscite a trovare alcun rimedio. L'iniziale sgomento lasciò spazio ad una punta di rabbia: perché non l'avevano avvertita subito? ma tornare indietro nel tempo o perderlo non erano opzione praticabili; un'amarezza densa come melassa le invase la mente, ma il da farsi era chiaro.
    Alzati sorella, devo chiederti di rimetterti in viaggio, ma non temere, stavolta non cavalcherai sola.

    La pioggia era la stessa, ma stavolta quattro galoppavano sulla strada: la guardiana messaggera, il sicario Artemis, la maga Euridice e la sacerdotessa Crisopelea. Non era nota l'origine del male che che affliggeva l'Albero, ma dovevano trovare una soluzione al più presto a prescindere dal fatto che il problema fosse di natura divina, arcana o mondana.

    Raggiunsero la Fortezza ove le guardiane attendevano costernate, Euridice esordì: Guidateci al sacro Albero una guardiana fece cenno di seguirla e le guidò attraverso i corridoi, ma Artemis preferì rivolgersi ad un altra guardia: Desidererei conferire con la vostra superiore, ho alcune domande da porle. e anche lei venne scortata da una guardiana verso la sua destinazione.

    Euridice e Crisopelea arrivarono al cospetto della sacra pianta, si inchinarono e recitarono una breve preghiera. La maga, che da giovane aveva intrapreso il sentiero del mana guidata dagli spiriti ed aveva percorso i boschi sotto la loro tutela, iniziò ad ispezionare accuratamente tutte le parti dell'Albero alla sua portata cercando di capire l'estensione e l'entità del male e cercando la presenza di qualsiasi cosa potenzialmente sospetta, come ad esempio un'incisione sul tronco; dal canto suo Crisopelea si riempì gli occhi della figura del sacro Albero della Vita e recitò preghiere alle divinità perché le guidassero nella loro missione.
    Una volta che entrambe ebbero terminato, si sedettero a gambe incrociate ai piedi della pianta, chiusero gli occhi e tentarono di entrare in comunione con gli spiriti circostanti.

    Artemis incontrò la driade che stava cercando e iniziò a conversare: Buongiorno, posso rubarle un momento?
    l'altra la squadrò con un'occhiata sospettosa: Voi sareste?
    L'aiuto che avete chiesto.
    Non dovreste essere all'aperto?
    Le mie colleghe se ne stanno già occupando non temete e io avrei delle domande da rivolgere a un essere dotato di parola.
    L'altra si voltò e fece un cenno al sicario di seguirla e si spostarono in una stanza più appartata.
    Chiedete pure.

    Grazie, quando si sono manifestati i primi sintomi? Di quanto è aumentata la loro intensità da quel momento sino ad oggi? È successo qualcosa di insolito o che può essere considerato degno di nota durante questo lasso di tempo? Non solo qui alla Fortezza, ma anche nelle zone circostanti, se ne avete notizia.
     
  3. Silen

    Silen Get a life

    Registrato:
    05/11/2010
    Messaggi:
    15.453
    La sala dove Artemis era stata condotta era di un austerità spartana, anche per lo standard delle Spriggan: una scrivania, un paio di sedie, una rastrelliera alla quale erano appese una armatura di legnoferro, una spada bastarda e uno scudo. Le pareti della stanza, che come tutti gli edifici delle driadi sembrava più cresciuta che costruita, erano spoglie mentre nella parete sud una enorme finesra rivolta verso l'Albero costituiva a un tempo fonte di arie e di luce come anche rimembranza del dovere di chi quella stanza abitava.
    Tisifone Phobias, questo era il nome della comandante delle Custodi, non rispose subito ma si alzò e si avvicinò alla finestra, fissando per qualche istante l'albero che doveva proteggere, le braccia incrociate dietro alla schiena e le mani serrte: era evidente che avrebbe preferito avere davanti un avversario cocnreto da combattere invece di quel male insidioso al quale non riusciva a trovare una spiegazione.
    "È cominciato tutto due anni fa" disse infine, sempre guardando l'Albero "all'inizio in maniera tanto insidiosa che era difficile anche solo capire se effettivamente esisteva un problema. Una foglia secca, una piccola chiazza di muffa, un rametto con la punta rinsecchita...piccole cose, inconsuete magari, ma di nessuna importanza. O così credevamo. " la comandante si voltò verso Artemis "Poi però le cose sono peggiorate. Interi rami hanno cominciato ad ammalarsi e seccare, chiazze nere di decomposizione hanno cominciato a deturpare le foglie. Tutti i rimedi che abbiamo tentato sono falliti. L'Albero non è in pericolo, non ancora dicono le nostre maghe, ma qualcosa lo stà attaccando, rodendo le sue energie. Qualcosa che risiede nel profondo nord, nelle wastelands prive di ogni forma di vita. Questo è quello che temiamo."
     
  4. leafshield

    leafshield Lonely Fapper

    Registrato:
    30/03/2018
    Messaggi:
    58
    A quelle parole Artemis sentì un brivido gelato correrle giù per la schiena. Deglutì e chiese:
    Mi state dicendo che la malattia dell'Albero è opera dei Caduti?
    Lo sguardo della driade si perse mentre la sua mente vagava tra cupi scenari, ma si riscosse quasi immediatamente, per quanto la notizia fosse preoccupante perdersi d'animo non era di alcuna utilità.
    Pensate sia possibile rintracciare l'esatto punto di origine di questa influenza nefasta?
     
  5. Silen

    Silen Get a life

    Registrato:
    05/11/2010
    Messaggi:
    15.453
    "E' quello che temiamo" ripetè la driade "Chi altri avrebbe interesse a distruggere l'Albero della Vita? Le altre specie non capiscono l'importanza del nostro compito, l'enormità del fardello che è stato posto nelle nostre mani? E perchè dovrebbero? Se lo capissero forse la divinità avrebbe concesso a loro questo onore e dovere. Pensano che sia una superstizione , ridono di noi dietro le nostre spalle e non si preoccupano del destino dell'Albero. Ma i Caduti? Loro sanno benissimo quanto sia importante il sacro Albero per l'esistenza stessa della vita su Ea e dato che nonostante guerre ebattaglie non riescono ad aprirsi una strada fino a noi devono aver trovato un metodo diverso, più indiretto, più insidioso. Scoprire da dove viene questo attacco e porvi fine prima che sia tardi, questo è il nostro dovere."
     
  6. leafshield

    leafshield Lonely Fapper

    Registrato:
    30/03/2018
    Messaggi:
    58
    Dopotutto, essi non sono stati creati proprio per estinguere tutta la vita che abita questo mondo? disse Artemis con un tono basso, quasi come se stesse rimuginando sulla situazione. Le parole dell'altra e la situazione generale erano gravi ma non necessariamente irreversibili, o almeno così sperava.
    Pensate ci siano altre informazioni rilevanti di cui dovremmo essere messe a conoscenza? Inoltre, se aveste un messaggio da consegnare o riferire alla Regina Eterna sarò felice di consegnarlo, sono a vostra disposizione.
     
  7. Silen

    Silen Get a life

    Registrato:
    05/11/2010
    Messaggi:
    15.453
    "Vorrei poterne dare...ma non so altro. Forse le nostre maghe potrebbero dirvi qualcosa di più. Da quanto mi hanno riferito voi siete giunta qui con una maga ed una sacerdotessa...forse loro hanno già avuto occasione di conferire con le nsotre consorelle ed esaminare l'Albero durante il nostro colloquio. Vogliamo raggiungerle?" la comandante delle Custodi fece un egsto verso l'ingresso della stanza invitando l'altra a seguirla "Ho solo una richiesta per la Regina" disse mentre le due tornavano verso la radura dell'Albero della Vita "informatela che quanto stà succedendo qui è molto grave. Ditele che è indispensabile concentrare i nostri sforzi sulla ricerca della causa di questo male e della sua cura. So che ci sono dubbi sulla legittimità della sua elezione e questo le stà causando problemi...ma una Spriggan degna di questo nome sa dove riposi il suo dovere in una situazione del genere. Le Custodi confidano in lei."
     
  8. leafshield

    leafshield Lonely Fapper

    Registrato:
    30/03/2018
    Messaggi:
    58
    Sì, penso sia una buona idea. disse il sicario accennando un inchino e seguendo la comandante che apriva la strada.
    Riferirò prontamente il vostro messaggio, ma posso già rassicurarvi che la Regina ha preso molto seriamente il messaggio che le è arrivato, ha mandato noi tre qui per raccogliere tutte le informazioni possibili e ridurre al minimo i passi falsi. Non appena saremo tornate e avremo fatto rapporto faremo tutto il possibile per risolvere il problema nella maniera più efficace possibile.
    Le due driadi si inoltrano tra gli alberi del bosco, era un panorama usuale nel Reame Spriggan, le driadi vivevano esclusivamente nelle foreste e vivevano in grande sintonia con le creature che vi abitavano, ma non appena Artemis poté sfiorare le fronde delle piante, ascoltare il canto degli insetti e annusare i profumi del selva, intuì che questo bosco sembrava molto più vitale degli altri e non perché due driadi vi stavano camminando poteva distintamente percepire che vi fosse una inusuale nota di vitalità in quelle piante e in quegli animali.
    A breve raggiunsero la radura dove cresceva l'Albero della Vita e Artemis riconobbe quasi immediatamente le due familiari figure di Euridice e Crisopelea.
     
  9. Silen

    Silen Get a life

    Registrato:
    05/11/2010
    Messaggi:
    15.453
    Le due driadi che erano venute insieme ad Artemis erano satte finoa quel momento in conversazione con le loro colleghe dell'ordine e avevano tentato a loro volta di entrare in comunione con l'Albero. Il responso non fu differente da quanto previsto
    "Percepiamo una forza che stà attaccando le radici dell'Albero" disse Euridice, che evidentemente faceva da portavoce di coloro che stavano studiando la malattia "non si tratta di una comune malattia o di una infestazione...l'Albero è puro come sempre. Ma la sua forza vitale viene come...risucchiata. Annullata. E' come se..." la driade esitò, forse cercando le parole, forse esitando a presentare le sue idee per tema che venissero prese nella maniera sbagliata dalle sue compagne "...è come se ci fosse un altro Albero. Una foza uguale ed opposta, che non infonde energia vitale ma la assorbe. So che sembra assurdo, ma io percepisco la fame della non morte in questa forza, la fame insaziabile che divora la vita in tutte le sue forme. Non so come sia stato possibile per i Caduti realizzare qualcosa del genere, ma non vedo chi altro potrebbe essere capace di tanto. Non ho mai sentito niente del genere in tutta la mia vita." concluse con un brivido.
     
  10. Balto

    Balto Ninja Skilled!

    Registrato:
    09/11/2011
    Messaggi:
    3.404
    "Le capacità dei Caduti sono imperscrutabili ed incomprensibili ai mortali... impossibile capire come possano riuscire in certe cose, se non attribuendo il tutto al Caos"

    La donna, esile per la sua altezza, si avvicinò con passo leggiadro calandosi il cappuccio.
    Le driadi poterono quindi scorgere i bellissimi e delicati lineamenti di un'elfa dai lunghi capelli argentei che si presentò con un lieve inchino

    "Il mio nome è Selruil, della casa di Sylvania von Relindis. Sua Grazia, il Duca Konrad, in nome dell'antica amicizia che correva tra i nostri popoli e con la precedente Regina, mi ha inviato presso la Vostra Corte in modo da poter offrire il mio supporto in questa terribile faccenda.
    La Corte Eterna, avendo accettato l'offerta di aiuto, mi ha comandato di raggiungervi in questo luogo... mi metto dunque a Vostra completa disposizione per qualsiasi cosa riterrete necessaria"


    come da accordi con Leaf, aggiungo Selruil all'evento
     
  11. leafshield

    leafshield Lonely Fapper

    Registrato:
    30/03/2018
    Messaggi:
    58
    Artemis si voltò di scatto alle parole dell'elfa e dopo l'iniziale sorpresa sia lei che le altre driadi della corte eterna risposero all'inchino. Euridice prese la parola: "Benvenuta, ringraziamo voi e il vostro regno per il vostro supporto. Come avete potuto sentire la situazione è alquanto grave ma non sembra ancora irrecuperabile. Volete provare anche voi a entrare in sintonia con l'Albero della Vita e darci il vostro parere?" le ultime parole della maga caddero nel silenzio delle altre driadi, il pensiero che i Caduti potessero aver creato anche solo qualcosa di lontanamente simile a una copia distorta dell'Albero della Vita era come minimo terrificante.
    Artemis si avvicinò a Euridice e le chiese "Pensi che saremo in grado di eliminare la fonte che sta aggredendo l'Albero?"
    "Se fossimo in grado di individuare esattamente il punto da cui deriva quest'energia, raggiungere il suddetto luogo e rimuovere permanentemente la fonte del problema sapendo di cosa si tratta, sì. Ma attualmente temo vi siano troppi 'se' per considerarla come prima linea d'azione. Come minimo abbiamo bisogno di maggiori informazioni." si rivolse verso le Guardiane e chiese "Stimate protettrici dell'Albero chiedo il vostro consiglio, pensate sia possibile erigere una barriera magica che possa escludere queste energie nefaste? Oppure una simile struttura avrebbe ripercussioni negative sull'Albero stesso? "
     
  12. Silen

    Silen Get a life

    Registrato:
    05/11/2010
    Messaggi:
    15.453
    A rispondere fu la comandante, scuotendo il capo "Avevamo già pensato a qualcosa del genere...è possibile mi dicono, ma ritarderebbe solamente il decadimento dell'Albero della Vita. Tutti gli sforzi per tagliare completamente il legame che permette alla forza ignota di risucchiare l'energia vitale dell'Albero si sono rivelati vani".
     
  13. Balto

    Balto Ninja Skilled!

    Registrato:
    09/11/2011
    Messaggi:
    3.404
    "Se desiderate posso provare.... certo sarebbe un onore... anche se temo di non essere in grado di capire l'Albero bene quanto Voi, che siete le sue protettrici, per quanto la mia razza sia più predisposta delle altre.
    Con permesso, farò un tentativo"


    L'elfa si avvicinò all'Albero e si sedette davanti ad esso chiudendo gli occhi.
    Rimase così, immobile, per alcuni lunghi istanti... quindi di scatto li aprì e inspirò profondamente, come scioccata

    "Lo sento... è.... terribile... e potente. Ciò che dice Euridice è giusto... dobbiamo considerare tutte le opzioni possibili... tuttavia, in questo, posso esservi di aiuto: la mia Corte dispone di un incantesimo di divinazione.... lo abbiamo sviluppato in passato a seguito del rapimento di un fido alleato del Duca, un hobbit, rapito durante una giostra da uno schiavista umano al soldo di Carandor.
    Se lanciassi quell'incantesimo potrei provare a divinare il luogo esatto della fonte negativa... o quantomeno ottenere degli indizi in merito... se desiderate, posso lanciarlo io per voi.
    Solo, mi occorre un po' tempo per i preparativi: è un incantesimo molto potente che richiede molte energie magiche, l'equivalente di dieci cristalli di mana"
     
  14. leafshield

    leafshield Lonely Fapper

    Registrato:
    30/03/2018
    Messaggi:
    58
    Alle parole dell'elfa gli occhi delle tre driadi si illuminarono leggermente, si scambiarono un cenno ed Euridice disse: "Se la comandante Phobias è d'accordo, sì vorremmo che lanciaste l'incantesimo e se volete forniremo noi il costo materiale per poterlo eseguire. Comandante?"
     
  15. Balto

    Balto Ninja Skilled!

    Registrato:
    09/11/2011
    Messaggi:
    3.404
    "D'accordo allora, predisporrò i preparativi a corte... ma rifiuto il contributo: sono qui per aiutarvi dopotutto, e il Duca è rinomato per essere stato il primo ad aver sconfitto un caduto... Accetteremo al massimo metà dei cristalli necessari"

    Rispose l'elfa con un sorriso
     
  16. Silen

    Silen Get a life

    Registrato:
    05/11/2010
    Messaggi:
    15.453
    Nonostante il passare degli anni, ancora non è stato trovato un rimedio alla malattia dell'Albero della Vita che anzi è notevolmente peggiorata. Diversi rami dello splendido vegetale sono ormai spogli e rinsecchiti e le foglie dal colore malsano si moltiplicano anno dopo anno. Ancora una volta le Custodi dell'Albero rinnovano l'appello alla Regina Eterna ed a chiunque sia disposto ad aiutare le guardiane ad estirpare il male che stà corrodendo l'albero.

    (@leafshield io te lo dico, ancora qualche turno e l'albero schiatta, poi fai te ^__^ )
     
  17. Last Century

    Last Century Spammer

    Registrato:
    19/08/2018
    Messaggi:
    899
    Località:
    Valinor
    Al rinnovato appello delle Driadi Carnil decise di agire e di inviare una delle sue maghe a fare le veci del Principato presso la Regina Eterna. La questione problematica dell'albero era cosa nota, ma dati i tumultuosi trascorsi dell'intera Ea ben pochi aveva avuto il tempo di badare all'annoso problema del malanno che aveva colpito l'Albero del Mondo. Preoccupati dai recenti sviluppi e timorosi che la situazione potesse aggravarsi ulteriormente, anche gli Eldar scesero in campo, offrendo pieno aiuto ai vicini per porre rimedio al problema. Sebbene ancora in ripresa e non del tutto autosufficienti, sarebbero stati disposti a sacrificare quel poco che avevano pur di riuscire a salvare l'albero.
    Vestele Cantastelle viaggiò sino alle radici dell'albero stesso, chiedendo alle Guardiane e alle Driadi sue alleate cosa si sarebbe potuto fare per, quantomeno, arginare il malanno nel frattempo che il nord tutto affrontava - e auspicabilmente sconfiggeva - le armate dei caduti.

    (Gli Eldar vorrebbero unirsi alla missione, col permesso di @leafshield e @Silen)
     
  18. Silen

    Silen Get a life

    Registrato:
    05/11/2010
    Messaggi:
    15.453
    (Per me nessun problema)
     
    A Last Century piace questo elemento.
  19. giobia86

    giobia86 Spam Master

    Registrato:
    23/12/2018
    Messaggi:
    1.934
    Aymar Van der Decken e il mago Xandir si offrono di partecipare alla missione, L' URSS si impegna ad aiutare ogni popolo di Ea, l'Unione non resta in disparte

    [​IMG]

    (Posso partecipare? @Silen @leafshield )
     
  20. leafshield

    leafshield Lonely Fapper

    Registrato:
    30/03/2018
    Messaggi:
    58
    La Regina Eterna era profondamente turbata, l'Albero della Vita stava rapidamente peggiorando e non si poteva più permettere di attendere che l'esercito stanziato a Nord riuscisse ad assaltare la città di Antarion e a interrompere quella nefasta magia.
    Il rapporto di Euridice non sembrava di alcun conforto, né ai tempi né ora, l'incantesimo che infestava l'Albero era legato così strettamente che era apparentemente impossibile scindere il legame tra esso e la pianta sacra, potenzialmente si sarebbe pure potuta peggiorare la situazione se si fosse agito in maniera disaccorta.

    Poche ore dopo Nikephora raggiunse la Fortezza delle Guardiane, la Regina era stata chiara, tentennamento e prudenza avevano fatto il loro tempo ora quello che serviva era assicurarsi che l'Albero non raggiungesse il punto di non ritorno prima che Antarion potesse essere messa a ferro e fuoco. La maga si presentò al portone e chiese di poter entrare.
    I delegati di Minnonar e Carandor sarebbero dovuti arrivare a breve o forse erano già dentro.

    (Per me non c'è problema, una mano in più non può che aiutare!)
     
    A Last Century piace questo elemento.

Condividi questa Pagina